il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini.
il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini.
Home | Profilo | Registrati | Discussioni Attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Forum dei bambini
 Piccoliscrittori: i nostri racconti
 Oggi, ieri e domani, storia di Paul, bambino Down

Nota: Devi essere registrato per poter inserire un messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è semplice e gratuita!

Larghezza finestra:
Nome Utente:
Password:
Modo:
Formato: GrassettoCorsivoSottolineatoBarrato Allinea a  SinistraCentraAllinea a Destra Riga Orizzontale Inserisci linkInserisci EmailInserisci Immagine Inserisci CodiceInserisci CitazioneInserisci Lista
   
Messaggio:

* Il codice HTML è OFF
* Il Codice Forum è ON
Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]

   
    

V I S U A L I Z Z A    D I S C U S S I O N E
saraskay Posted - 07/11/2007 : 23:02:14
Tutto ebbe inizio quando Maria Paola rimase incinta di Paul, passava ore e ore ad accarezzarsi il bancione che , dentro sembrava che ribollisse di magma. Giovanni, il padre di Paul era eccitato all'idea di avere un fargoletto in casa. Chissà come era? Cosa avrebbe detto apenna avrebbe potuto parlare? Sapevano che era un maschietto e decisero di chiamarlo Paul,... i giorni passavano pigri e lenti... paul cresceva e diventava sempre più " ometto" come diceva Giovanni...Poi però...
Maria Paola e Giovanni litigarono tremendamente: non si sa come era scoppiato il litigio, orse erano tante piccole cose messe l'una sopra l'altro,... daltronde, i grandi problemi sono piccoli problemi messi l'uno sopra l'altro ,...si sa come sarebbe finito il litigio...
Maria Paola ora era al settimo mese. Il dottore le aveva detto di stare attenta agli sforzi. Un parto prematuro non era quello che voleva, daltronde nessuno lo vuole giusto? Maria Paola stette male: aveva le dolie, le acque le si ruppero. Giovanni in preda al terrore afferrò la giacca e corese via. Dopo cinque minuti si sentì una sgommata tremenda, un fischio. Dopo poco le sirene dell'ambulanza: Giovanni era andato a sbattere contro un muro. Voleva morire, voleva. L'ambulanza accorse. Tirò fuori Giovanni dalla macchina tutto insanguinato e con i vestiti tutti stappati. Un osso della gamba era uscito fuori dalla carne e, di li a poco si sarebbe creata un infezione. Era ormai sul letto di morte. Alzo a stento una mano e indico la palazzina dove vi sta Maria Paola in preda alle dolie del parto ed in una pozza di acqua.
- Maria, P...- morì. le sue ultime parole.
-Cosa ha datto? Non ho capito!-
-Ha detto Maria: si vede che stava pregando... Lascia stare dai Jack! E' uno sporco sucida: si uccide e riscia la vita degli altri, se ci fosse stata mia figlia davanti a quel muretto ha! L'avrei ammazzato,...magari era pure razzista!
- He piantala Jackson! Tu vedi razzisti dappertutto!
- Non mi chiamare col cognome Jack! Jack? Jack? Sei in mezz...
- Zitto, sta zitto un attimo, mi pare di aver sentito un lamento proveniente da quella palazzina...
- Come fai ha sentirlo? Tu sei pazzo e basta! Visionario!- E con questo Bob Jackson se ne andò con l'ambulanza lasciando Jack da solo.
Corse su per le scale della palazzina. Suono varie volte alla porta di Maria Paola. Non apriva. I gemiti divennero urla, che divennero Grida acute.
Jack cercava disperatamente di buttare giù la porta. Ad un certo punto tacque. Le grida si spensero piano piano ed iniziarono i pianti isterici di un bambino.
- Signora! Signora! Apra la porta!
Maria Paola si trascinò fino alla porta, l'aprì lentamente. In quell'istante morì.
8   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
miticalilly96 Posted - 13/01/2008 : 12:21:23
GRande Georg!
Georg Maag Posted - 12/01/2008 : 09:15:17
Saraskay,
se altri che leggono una tua storia hanno dubbi, in quanto scrittore devi in qualche modo metterti al loro servizio e tentare di capire come mai in quel passaggio non si capisce perfettamente, e poi ovviare.
Non è in dubbio il fatto che tu non sappia cosa volevi fare. Nessuno lo pensa.
E' invece abbastanza chiaro che il lettore, leggendo il passaggio, abbia un sussulto perché, secondo lui, qualcosa non quadra. E' questo che gli altri ti hanno segnalato.
Mi spiego?
Poi è anche vero che l'ultima decisione sta a te. Vuoi riscrivere la frase incriminata per evitare che qualche lettore ci inciampi, o non ti importa niente? E' decisione tua, almeno fino a quando la storia è qui, sul mio sito.
Se fossi un editore, l'avrei dato ad un redattore da leggere, e questo redattore avrebbe deciso da solo se cambiarlo oppure no. Tu a quel punto lì non avresti molta scelta di opporti, perché da quando un editore prende il tuo libro o racconto, di norma fa quello che vuole.
Succedono spesso anche dei litigi, a quel punto, tra scrittore e editore. Sempre che lo scrittore abbia almeno un po' di esperienza e di nome, perché se è sconosciuto non potrà dire niente.
Ma in passato ci sono stati scrittori che non volevano che il loro libro fosse pubblicato con certe correzioni, e hanno ritirato il diritto di pubblicarlo!
Quando la Capitello ha pubblicato "Federica e la magia dell'antico Egitto" voleva togliere completamente il discorso sulla religione e su quello che succede alle persone dopo la morte. E' un passaggio non molto lungo (1 pagina circa) ma secondo me molto importante del libro. Ci siamo messi un po' a litigare, e alla fine sono risucito a convincerli, e così il passaggio è rimasto. Ma per poco mi salta il contratto di pubblicazione.
Se avete letto il libro, vi ricorderete di quale passaggio racconto, credo. E credo di aver fatto bene a impuntarmi.
Ma era una questione di contenuti, non di stile. Sullo stile l'editore ha ragione, punto e basta.
Volevo solo spiegare come accade nella vita "vera" da scrittori...

Georg
saraskay Posted - 11/01/2008 : 20:22:56
Cioè, forse il mio modo di scrivere è strambo...°_°
Io scrivo il nome"Paul" per far capire al lettore che mi riferisco al bambino... Jack non sa che si chiama Paul! capisci?_?

Bé, perchè, gia che ci sei non partecipi a una storia a più mani che ho fatto io????
adele Posted - 06/01/2008 : 17:11:16
citazione:
Messaggio inserito da saraskay

-Salga. L'ospedale più vicino è quello si S.Stefane ed è a tre isolati da qui, entri in fretta-
jack salì con Paul ancora in braccio. L'aveva avvolto intorno alla giacca dell'ambulanza che portava addosso.
Il guidatore accellerò violentemente, fino all'ospedale



guarda il grassetto... se jack ha appena preso il bambino, dovrebbe chiamarlo "il bambino", come giustamente lo fai chiamare nella parte precedente del post...se lo chiama Paul già c'è qualcosina di strano, anche se sei tu a raccontare, il punto di vista è il suo...è per caso un veggente?

Adele
saraskay Posted - 05/01/2008 : 16:47:57
NON HO MAI DETTO CHE JACK SAPEVA IL NOME DI PAUL CHIARO????????????????

LEGGERE BENE PRIMA DI CRITICARE!!!!
adele Posted - 06/12/2007 : 21:18:27
non conosco i tuoi racconti precedenti. Ma concordo con Matt (grandissimo, devo conoscerti meglio, ragazzo!) quanto a tutto e poi trovo che, per esempio, se il racconto passa dal punto di vista dei genitori a quello dell'autista dell'ambulanza, come fa questo a sapere che il bimbetto si chiama Paul??
Come dice Matt, la logica non regge!! E lo stile, consequenzialmente, ne risente parecchio, perchè sembra tutto parecchio stentato, comprit?

baciozzi
saraskay Posted - 23/11/2007 : 22:58:55
- ho mio Signore! - esclamò Jack.
Prese il bambino fra le braccia e tagliò il cordone ombelicale. Il cuore pelsava leggermente... non ce l'avrebbe fatta senza un incubatrice. Ma come fare? Quello sciocco di Bob se ne era andato lasciandolo solo. Si guardo intorno. Si girò e di volata corse giù per le scale. Farmò un auto al semaforo.
- Mi scusi, devo, devo portare questo bambino d'urgenza all'ospedale più vicino... è nato pre maturo... e rischia di non farcela. Sono dell'ambulanza. la prego!- Jack non sapeva che altro fare tranne che scongiurare.
-Salga. L'ospedale più vicino è quello si S.Stefane ed è a tre isolati da qui, entri in fretta-
jack salì con Paul ancora in braccio. L'aveva avvolto intorno alla giacca dell'ambulanza che portava addosso.
Il guidatore accellerò violentemente, fino all'ospedale

CIAUZ!!!!!
Matt 75 Posted - 12/11/2007 : 20:50:12
Mi avevi chiesto di commentarlo e... Eccomi qua! Che dire Sara, confrontando questo racconto con quelli che avevi scritto in precedenza, questo è un altro pianeta per tutto! Devo dire che è scritto molto bene, gli errori di battitura capitano, solo un consiglio, vai più spesso a capo, perché almeno la lettura scorre meglio. Per quanto riguarda "le mie critiche" posso solo darti un consiglio: di essere un po' meno sintetica.
Da questo primo pezzetto mi sembra quasi che il racconto sia stato scritto un po' in fretta e furia, ti faccio un esempio in una frase:

"Chissà come era? Cosa avrebbe detto apenna avrebbe potuto parlare? Sapevano che era un maschietto e decisero di chiamarlo Paul,...
Sei giorni dopo, Maria Paola e Giovanni litigarono tremendamente: non si sa come era scoppiato il litigio, ma si sa come sarebbe finito...

Volevo farti notare che la parte in grassetto mi dà l'idea di qualcosa che spunta fuori dal nulla, così, ho voglia di metterlo e ce lo metto. Si potrebe arricchire insomma, mi sembra un po' improvvisata come frase, e questo ti accade molto spesso (come ho notato un po' negli altri racconti)... Insomma, mi sembra che tu debba dare un po' più di logica al racconto, collegare meglio il tutto... Ma si migliroa col passare del tempo! Consoalti col sapere che io all'inizio ero peggio di te, del tipo "Ecco-sono-eroe-da-due-giorni-arrivo-in-un-ospedale-e-spacco-tutto-non-chiedetemi-perché" (Georg mi è testimone )
Comunque continua così!

il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini. © 2003 Georg Maag Torna all'inizio della Pagina
Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03