il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini.
il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini.
Home | Profilo | Registrati | Discussioni Attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Forum dei bambini
 Piccoliscrittori: il nostro mondo
 Adolescenza che ne pensate?
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 07/02/2006 :  20:19:02  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
L'adolescenza è una fase che passano tutti prima o poi,ed è anche una fase abbastanza dificile della vita non la peggiore però, nella quale il corpo e la mente di ognuno di noi cambia e spesso questo diventa un problema.Che ne pensate in proposito? Secondo voi i problemi adolescenziali sono veri è propri problemi o sono solo paranoie che ci facciamo noi ragazzi?
(Questo è un fuori onda)Credete nell'amore tra adolescenti? Secondo voi sono questi i problemi(d'amore intendo)?
Spero di ricevere vostre opinioni ma sopratutto,aspetto storie di questo tema,anche inventate,credo siano le più affascinanti.Mi raccomando a non chattare.
Chi crede che sia inutile questa discussione,lo prego di dirmelo.
TANTI BACI A TUTTI da Emi5

claire bellina
Capo tra i piccoliscrittori


638 Messaggi

Inserito il - 07/02/2006 :  20:24:20  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
io ho paura dell'adolescienza
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 07/02/2006 :  21:18:30  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
L'adolescenza,beh...è un periodo difficile della vitain cui si cambia tantissimo,sotto aspetto fisico e mentale.quasi tutti quelli di questo forum lo stanno attraversando,me compresa.
Torna all'inizio della Pagina

Noise
Capo tra i piccoliscrittori


954 Messaggi

Inserito il - 07/02/2006 :  21:45:28  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Che bella discussione... L'anno scorso, in seconda liceo, la mia prof di religione ha passato il tempo a convincerci che l'adolescenza è un periodo della vita pieno di problemi fino a traboccare, tutto nero, tutto che va male, lacrime, pianti, tristezza, apatia...
Bene, non credeteci.
I problemi ci sono a tutte le età, da bambini, da adolescenti e da adulti. Così come i momenti felici, anche quelli ci sono sempre, non dimenticatelo.
E' vero, il corpo cambia, si sviluppa, ma penso che sia più che altro una questione psicologica, l'adolescenza.
Intendo dire, c'è chi ci passa prima, chi dopo... E' semplicemente quella fase della vita durante la quale uno inizia a rendersi conto che, cavolo, può agire di testa sua, come vede fare ai "grandi", che anche lui ha in qualche modo il potere di dire "le cose non mi stanno bene così, le voglio cambiare".
E' una fase di transito.
I fantomatici problemi spesso sono provocati dalla repressione della libertà che si vorrebbe avere.
Pensateci, fino ad un certo momento i vostri genitori vi hanno protetto come fa la chioccia coi pulcini, poi quasi improvvisamente vi sentono fare discorsi quasi da adulti, parlare di cose cosiddette "serie", e vedono la loro protezione come evitata.
Penso che il più delle volte siano degli esterni a non accettare il cambiamento piuttosto che noi stessi.
Noi siamo consapevoli di cambiare, ed essendo noi stessi sappiamo, o pensiamo di sapere, quello che vogliamo, quello che ci serve per essere felici. La gente che ci sta attorno vive il nostro cambiamento in modo diverso, perché il più delle volte non ci si adatta, e tende a non cambiare gli atteggiamenti nei nostri confronti. Quello che ne deriva è che l'adolescente si sente come in gabbia.
Quindi uno non ha dei problemi di per sé nel momento in cui diventa adolescente (non dimentichiamo che esistono anche anime sante che accettano il cambiamento e lo assecondano, lasciando ai ragazzi la possibilità di sbagliare e pentirsi dei propri errori... per me è così che deve funzionare...).
In secondo luogo il realizzare che intorno a noi gira un mondo diverso da quello che abbiamo conosciuto durante l'infanzia, ci comporta sempre qualche disagio. Ogni tanto capita di sentirsi spiazzati, non sapere cosa fare e quindi farsi dei problemi esistenziali. Capita, ci sono passata tante di quelle volte che non immaginate neanche.
Tutto sta nell'essere capaci di reagire, sempre e comunque. Perché se uno si abbandona, se si lascia andare, se inizia a passare il tempo ad autocommiserarsi, è la fine. E' qui che si vede quanto uno è capace di farsi forza, intestardirsi e costringersi ad andare avanti.
E poi, c'è sempre bisogno di aiuto. Da parte di chi è nella stessa situazione.
Ragazzi, fatevi degli amici. Ma non intendo il genere di amici con cui saltuariamente si esce e si va in giro, si ride, si scherza, si prende il mondo alla leggera. No, assicuratevi di avere un'amicizia, che sia anche solo una, vera, profonda, salda, quasi indistruttibile. Apritevi al mondo finché non trovate la persona a cui riuscite a raccontare qualsiasi cosa di voi, senza il dubbio se fidarvi o no, e che alla fine vi conosca bene quanto voi conoscete lei.
Esempio: io non sembra, ma sono molto diffidente, non ho mai raccontato a nessuno quello che provo, tranne che alla mia migliore amica, che ormai conosco da più di un anno. E lo stesso vale per lei. Vi assicuro che sembra una cosa banalissima, ma è difficile da trovare e anche dannatamente importante.

Questione dell'amore... Secondo me non esiste un'età in cui si ama e una in cui si prende soltanto qualche cotta. L'amore vero può esserci sempre, in qualsiasi momento, il difficile è trovarlo.
Nel frattempo, se è questo il consiglio che volete, non statevene fermi ad aspettare il principe azzurro, perché potrebbe non arrivare mai se non lo andate a cercare. Fate dei tentativi, non abbiate paura di innamorarvi della persona sbagliata, perché innamorarsi è sempre una parte importante della vostra vita, e non abbiate paura di farvi male, perché finché non rischiate non andrete da nessuna parte.
Come si dice, meglio provare e pentirsi subito dopo, che pentirsi di non aver provato…
I problemi sono anche d’amore (non avete la più pallida idea di cosa sto passando io adesso… Ma è troppo lungo e complicato da spiegare, e poi per capire dovreste conoscermi meglio che bene…), bisogna tenerne conto, certo, ma si ritorna al discorso di prima, i problemi vanno affrontati, eccetera.

Il resto lo lascio a voi, scopritelo da soli, cadete, rialzatevi, sbagliate e ammettete di averlo fatto, ma qualsiasi cosa succeda, ricordate: abbiate pure paura, ma affrontatela, e non stancatevi mai, perché nel momento in cui lo fate avete perso un round.
E’ la vostra vita, ed è la cosa più bella che vi possa capitare, non sprecate nessuna occasione, vivetela fino in fondo, assaporando ogni minuto perché sarà diverso da tutti gli altri e non lo rivivrete mai più.
Per una volta, accettate il consiglio, perché ve lo assicuro, checché se ne dica, è tutto maledettamente bello…

Noise (se avete dubbi, perplessità, proposte, consigli, domande… No, scherzi a parte, se vi serve qualcosa sul tema, io sono qui a tener conferenze)
Torna all'inizio della Pagina

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 08/02/2006 :  15:15:43  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Noise sono contenta che ti piace la discussione e ciò che hai scritto è bellissimo, se vuoi sapere la verità mi hai tolto dei bubbi.Il mio comportamento riguardo il proplema "amore", so che è sbagliato ma faccio tutto il contrario di ciò che hai detto.Negli anni vedendo le mie sorelle soffrire per amore, parto prevenuta nei suoi confronti, e ormai intorno al mio cuore c'è un enorme muro contro l'amore.Mentre anche se ho sofferto molto per l'amicizia, appena perdo una cara amica, nel senso che litighiamo o la maggior parte delle volte alle mamme delle mie amiche o non piaccio io o la mia famiglia, anche se non facciamo mai niente di male anzi...,divento subito amica di un'altra persona.
Qual cosa da dire Noise, consigli ecc. se ti va sono pronta ad ascoltare
Torna all'inizio della Pagina

Noise
Capo tra i piccoliscrittori


954 Messaggi

Inserito il - 08/02/2006 :  16:33:38  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Tutto quello che avevo da dire bene o male mi pare di averlo detto... Ma se vi servono cose in particolare, non esitate a chiedere...
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 08/02/2006 :  17:48:19  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Allora comicio a raccontare la storia più lunga e intricata che mi è accaduta con una persona,Emi già sa di chi parlerò:

Prima media,l'anno scorso.Verso il tredicesimo giorno di scuola mi viene cambiato posto,vengo spostata accanto a Ferdinando Paciolla.Lui è molto gentile con me,facciamo amicizia,ma io me ne innamoro.Non sapevo se lui ricambiasse il mio sentimento,però pensavo che forse anche lui.....comunque,me ne innamoro,anche se continuiamo a rimanere amici stretti.Ma lui,un giorno cambiò,improvvisamente,senza motivo,divenne cattivo.Molto cattivo,mi cominciò a trattare male:mi prendeva in giro,mi dava fastidio,insomma l'opposto di quel mio amico che conoscevo.Cercai di mantenere la nostra amicizia,passando avanti a tutti i suoi insulti e cattiverie,anche se lui non mi aveva mai,e sottolineo mai,chiesto scusa.Mi sentivo male,depressa,da quel suo cambiamento inprovviso;e alla fine,lui si distaccò ancora di più da me.A me non piaque più(questo penso che si era capito).Dopo mesi e mesi di amicizia instabile,con un suo ultimo insulto,dichiarai finita la nostra amicizia.Ero davvero furiosa,ma con dei consigli dati dai miei amici e cari,decisi di essere indifferente con lui,di trattarlo come un compagno e basta.Lui si è accorto di questa mia indifferenza e lui sta ricominciando ad essere quello di prima,almeno in parte.Diciamo che davanti ai suoi amici fa il gemello cattivo,quando è solo con me, entra quello buono.Sono più contenta così,anche se vorrei che anche davanti ai suoi amici mi trattasse bene.Almeno però,sono riuscita a ristabilire in parte la nostra amicizia(dico in parte poichè le frecciatine cattive non mancano mai!)

P.S:Adesso,secondo voi,perchè ha avuto questo comportamento?Ho affrontato bene la situazione?
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 08/02/2006 :  18:55:51  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Potrete anche ridere, ma anche se ho solo 11 anni mi sento passare per questa fase...
Inanzi tutto concordo con Noise:
Non è affatto vero che l'adolescenza è tutto quell'inferno che ha descritto quella professoressa...
Ma bisogna passarnde di guai.
E io, modestia a parte, di guai ne ho passati fino al collo.
Ci sono momenti in cui vorrei tornare indietro, in cui mi pento di crescere, vorrei tornare piccolo per essere protetto come un tempo.
Ma crescono tutti prima o poi.
Mi rendo conto dei cambiamenti, delle responsabilità sempre più grandi, del doversi guadaganre la fiducia di amici o parenti.
Sono caduto molte volte nelle trappole dell'adolescenza (se così le vogliamo chiamare!), ma, come ha detto Noise, bisogna sempre rialzarsi.
Ed è così che ho fatto sempre, fino a superare quelle trappole che mi sembravano insidiose.
E quando l'ho fatto sento di essere cresciuto.
Sento di aver superato uno dei tanti traguardi di questa fase.
Andare avanti, senza voltarsi mai.
Come dice questa frase.
Non voltatevi mai a pensare diu quando...
Guardate avanti e non abbiate paura.
Mioddio come sono poetico...
Torna all'inizio della Pagina

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 08/02/2006 :  19:48:40  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Matt ti sebrerà strano ma in tutto quello che hai detto mi ritrovo al cento per cento e comunque,per te è cominciata l'adolescenza, non è strano.Non sai quante volte dico di voler tornare piccola, e non crescere mai,perchè i bambini sono essri indifesi, senza problemi e responsabilità,per loro il mondo è sempre bello.
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 08/02/2006 :  19:58:01  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Bene!
Qualcuno che condivide con me!
Non è strano...
visto che anche tu sei Capricorno ascendente Sagittario XD...
Scherzo!
Comunque, anche se in alcuni casi arduo, il periodo dell'adolescenza è stupendo, perchè capisci di diventare maturo.
Capisci di essere cresciuto, di essere cambiato.
Sai che tutto non sarà più come prima, sai che dovrai provare e riprovare anche se cadrai.
Sai che non ti puoi arrendere, sai che devi andare avanti senzamai fermarti, per arrivare fino al punto in cui dirai "Ora sono grande, ora posso dire di essere cambiato profondamente."
Ma in fondo in fondo, sai che sarai sempre tu, ma con una mente diversa, con più maturità.
Sai che dovrai aiutare quelli che ci stanno passando sulla fase che tu hai già superato.
sai che potrai dire "Ce l'ho fatta."
Sai, di essere cresciuto.
Matt75, Halo is Here.
Torna all'inizio della Pagina

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 08/02/2006 :  20:05:37  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Belle parole quelle che hai detto e sono ancora pienamente d'accordo.
PS:Anche tu sei Capricorno acendente Saggittario?
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 08/02/2006 :  21:51:49  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sì,Emi.(ha il tuo stesso segno Matt!)
Comunque,se nell'adolescenza si cade io mi sono già rotta l'osso del collo....e con qualche ematoma qua e là....andare avanti senza mai voltarsi,è vero;anche se(quanto sono criticona!)dagli errori del passato si comprendono meglio quelli nuovi,cercando,ovviamente,di non rifare gli stessi errori.Nell'adolescenza si fa il "cambio di stagione"degli ideali,togliendo la roba che non serve,rimanendo quello che serve e mettendo roba nuova.

The pensive girl
Torna all'inizio della Pagina

admin
Forum Admin


846 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  09:03:45  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
"Il "Cambio di stagione" lo farete per tutta la vita, e ogni volta vi guarderete dietro dicendovi: "ma guarda come ero piccolo", o "come ho fatto essere così?" o "pensavo di aver capito tutto, e invece...". Credo voglia dire crescere, e basta. Però si continua crescere anche a 50 anni, credetemi.
Bellissima discussione, la vostra. Mi piace tanto come ne scrivete.

Georg
Torna all'inizio della Pagina

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  14:51:09  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sono felice che ti piaccia, e sono d'accoedo con te, faremo sempre dei "cambi di stagione".
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  15:11:01  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Concordo con Georg...
Come non farlo??
Comunque bellissima idea Emi!!
Aspettiamo dunque altri commenti... ;)
Matt75, Halo is Here.
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  15:26:16  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Beh,quello alla fine intendevo Georg.Comuque piace tanto anche a me questa discussione(però potreste rispondere alla mia domande del mio primo post?Vi pregooo...)
Torna all'inizio della Pagina

Noise
Capo tra i piccoliscrittori


954 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  16:19:11  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sono l'unica che non ha mai desiderato tornare bambina? Della mia infanzia tra l'altro ho rimosso praticamente tutto, ho solo qualche sporadico ricordo... Non è stato per niente un gran periodo, e sono dannatamente felice di aver iniziato a ragionare con la mia testa; e sono altrettanto felice di dover affrontare i problemi che ne conseguono.

Per Roby: l'atteggiamento del tuo amico è tipico di molti altri ragazzi. Arriva un momento in cui, soprattutto i maschi, vogliono apparire duri, quasi insensibili, quasi sempre per dare una dimostrazione di forza ai loro amici, per far parte del gruppo dei "fighi", come si suol dire...
Il fatto di essere gentili o comunque di dimostrare amicizia con una ragazza suona molto sdolcinato e mina la durezza con cui si vorrebbe apparire. Di conseguenza l'atteggiamento cambia, almeno in presenza degli amici, per dimostrare che non si è delle pappe molli.
Per quanto sia stupido, è piuttosto normale...
E' successo anche a me, più di una volta, ma io sono sempre stata per natura il classico "maschiaccio", e quindi diventavo strafottente e se qualcuno provava a piegarmi con insulti e maltrattamenti nel giro di venti secondi lo distruggevo psicologicamente con il mio vasto repertorio di battute cattive, e si finiva sempre per andare d'accordo perché alla fine mi trattavano come uno di loro... Ma ho sempre reagito così per natura, e in ogni caso vado forse più d'accordo con i ragazzi che con le ragazze, soprattutto ultimamente...
Comunque di fronte a queste situazioni ognuno reagisce in modo diverso, e se sei riuscita a ristabilire l'amicizia vuol dire che hai agito bene...
Noise
Torna all'inizio della Pagina

annylaury
Gran Capo tra i piccoliscrittori


1209 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  21:13:21  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Io sono in un momento di preadolescenza. Clarie non devi aver paura, fa parte di te. Fa parte di noi...
annylaury (miracolosamente saggia).
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 10/02/2006 :  21:39:41  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Grazie Noise per i consigli,mi saranno molto utili. Non sono proprio a ristabilirla la nostra amicizia, è sempre in bilico, tra bene e male,oramai.... ma a lui non gli importa proprio cosa penso io... non lo penso più come amico,nel vero senso della parola,intendo. Lui è un "amico" nel senso di uno che ti era (ma in parte lo èancora)stato amico. Dopotutto,non ho un rapporto di vera amiciziaè un rapporto scolastico-amichevole. In senso che ci salutiamo,parliamo,ma non da amici,amici.Io sono un tipo un po' solitario,estremamente solitario,anche se so che non è una cosa salutare alla mia età.In verità,io ho pochissimi amici(apparte voi,Emi,Roberto e la mia famiglia).
Torna all'inizio della Pagina

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 11/02/2006 :  13:39:14  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Noise ciò che hai detto è proprio la verità,i maschi fanno sempre così,apparte qualche eccezione.E il mio problema è sempre stato non rispondere quando mi prendevano in giro,ho sempre tenuto tutto dentro,però così arrivo ad un punto dove scoppio e piango.Diciamo che il mio sfogo non è rispondere male con battute cattive,ma piangere dopo che ho accumulato molte cose cattive.Tutti mi dicono che è sbagliato tenere dentro e che devo inparare a rispondere,ma io non ci riesco,e così le superiori mi spaventano molto.......
Hai qualche consiglio nella tua vasta cultura per me?
Anche se credo che non cambierò mai.....
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 11/02/2006 :  15:01:16  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Il tuo compagno di scuola, io non lo chiamerei neanche amico!
Questa non è amicizia!
Ma ora devo ammetterlo:
io sono un maschio, ed è successo anche a me di parlare male di qualche mia amica (alle elementari), solo perchè volevo farmi ammettere nel gruppo di quelli che erano considerati "veri maschi".
Ma mi ero accorto di essere terribilmente solo (riguardo amicizie di femmine), ero sprofondato in un'"oscurità".
Ma poi "ho visto la luce" qui alle medie, quindi or ho anche amiche.
Ma ho capito una cosa importante: che non bisogna odiare le femmine per essere considerato un "vero maschio".
E credimi Roby, ci sono passato in questa esperienza, e posso anche capire cosa pensa il tuo amico:
Oramai sarà abituato a parlare male di te, ma nel fondo del suo cuore è anche dispiaciuto per una sua perdita.
Ma non vuole dimostrarlo.
Noi maschi siamo così, ci teniamo tutto dentro, e soffriamo senza trovare il coraggio di dire cosa pensiamo veramente.
Di dire qualcosa che possa aggiustare tutto, di dire qualcosa che possa far ritornare tutto alla normalità.
Ci sono molti fattori "importanti" che ci impediscono di risistemare tutto con una femmina.
Prima di tutto i nostri amici (non tutti, alcuni) che ci eviterebbero e direbbero 'quello è colui che ha pacificato con una femmina, che stupido!', e con questo la nostra reputazione sarebbe
rovinata.
Ma, nonostante questo discorso, devo dirti una cosa:
Non devi essere tu che vai a cercare il tuo amico, deve essere lui a trovare il coraggio di dirti 'scusa'.
Io ce l'ho fatta, e auguro anche a lui di riuscirci.
Matt75, Halo is Here.
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 11/02/2006 :  15:04:12  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Grazie,Matt.Volevo un consiglio di un maschio,e l'ho avuto!mi sto chiarendo le idee adesso...comunque,probabilmente hai ragione Matt,non dovrei neanche chiamarlo amico...
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 11/02/2006 :  15:10:29  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Prego!
Quando hai bisogno di un consiglio, te lo darò per soli 50 € a lettera!
Ma visto che siamo amici, facciamo 49,99!

A parte scherzi, se ti serve aiuto da un maschio fai un fischio!
Matt75, Halo is Here.
Torna all'inizio della Pagina

Noise
Capo tra i piccoliscrittori


954 Messaggi

Inserito il - 11/02/2006 :  15:13:13  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Guarda, io sono stata così fino a più o meno la quarta o quinta elementare, non mi ricordo, mi tenevo tutto dentro, ero una bambina piuttosto timida... Poi con le medie ho iniziato a tirar fuori l'indole da maschiaccio di cui sopra... Ma non è una cosa che ho forzato, è venuta da sola, poi col tempo sono diventata sempre più sicura del fatto mio (il top del cambiamento l'ho fatto in prima superiore)...
Molto di questo (almeno negli ultimi te anni) lo devo alla mia migliore amica; perché sembra una cosa banale, ma scherzando tra di noi ci siamo abituate tutte e due a freddarci le battute a vicenda, quindi ora è una cosa che ci viene naturale con tutti...
Quindi se hai un'amica (più o meno pazza ) di cui ti fidi, con cui ti trovi bene, o con cui semplicemente riesci a ridere e scherzare, passaci un po' di tempo, magari può essere utile quantomeno ad aprirti un po'... Comunque è sempre bello avere un'amica folle (Folle? Altroché, io e quell'altra siamo due psicomani...)
Comunque, non averepaura delle superiori; anch'io ne avevo un po' ed era una paura completamente infondata... E' un altro mondo, in un certo senso ci si sente anche un po' più liberi (Beh, dipende anche dalla scuola che si sceglie...)... Io lo trovo maledettamente divertente (ok, io sono una vandala... Però è divertente lo stesso)
Noise
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 11/02/2006 :  15:41:57  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Per me è un caso apparte:la mia migliore amica è mia cugina Emi5!Tra noi non è neanche un rapporto di amicizia o tra cugine:noi ci reputiamo SORELLE!NON CAMBIEREI LA MIA CUSINA CON NESSUN ALTRA PERSONA AL MONDO!Non ce la farei senza di lei,tra me e lei c'è un rapporto particolare che con nessuno ho mai provato,quello della VERA AMICIZIA,quella profonda e indistruttibile(altro che Ferdinando!).A proposito,il nostro rapporto si è approfondito proprio grazie a quello scemo di Ferdinando!Però preferisco Roberto a quello lì come amico(tanto Ferdinando è andato!),MA LO PREFERISCO DI TANTO,TANTO,TANTO!
Torna all'inizio della Pagina

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 11/02/2006 :  18:38:22  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Grazie,anche per me la nostra amicizia è speciale e ti vorro sempre bene,e ti aiuterò soprattutto ora che diventerai un adolescenti a tutti gli effetti, sarò pronta a consigliarti e a aiutarti.
E quando sarò in difficoltà anche io basterà chiedere ai nostri eteri amici,cioà VOIIIIII
Torna all'inizio della Pagina

Maxt3r
Piccoloscrittore appena arrivato


5 Messaggi

Inserito il - 12/02/2006 :  21:01:52  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
l'adolescenza... è praticamente il periodo di 'bivio' che ognuno di noi è tenuto ad affrontare... ho quasi 18 anni e sono verso la fine di questa fase, non ne ho viste molte, non ho avuto molte esperienze, è forse un male? nel periodo che va dai 13 ai 14 anni per una ragazza succedono tante cose...e solitamente (magari nemmeno accorgendosi) una ragazza cambia, a volte completamente, abbagliata da una volontà di maturità spesso eccessiva che la spinge a voler crescere 'per forza' sia per quanto riguarda il comportamento in generale, lo stile di vestire, di parlare, di atteggiarsi, le amicizie con le amiche e le 'amicizie' (...) con i ragazzi, a volte decisamente più grandi, ragazzi che li vedete come Dei dorati perchè sono più grandi, perchè sono sicuri di loro, perchè hanno decine di pregi che vi fanno credere di avere, ma che in realtà nascondono una persona spesso meschina e approfittatrice...
troppi adolescenti si dimenticano il valore di scoprire le cose 'passo-passo' e ... beh in fondo credo che in nessun caso queste parole saranno ricordate quando sarà il momento di 'provare una nuova esperienza', ma solo dopo...quando il danno sarà ormai fatto
un consiglio alle ragazze: siate ambiziose, abbiate carattere, non fatevi sottomettere da nessuno, specialmente dai ragazzi...

Halo is finally here!
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 13/02/2006 :  19:26:43  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Wow...
Matt75, Halo is Here.
Torna all'inizio della Pagina

Heven
piccoloscrittore già più grande


449 Messaggi

Inserito il - 14/02/2006 :  17:06:58  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Beh l'adolescenza non è poi tanto malaccio e i problemi non sono tutti di cuore... L'adolescenza è un periodo difficile perchè l'adolescente deve capire chi è e qual è il suo posto nella società, per questo spesso entrano in gioco complessi di inferiorità o di vario genere... Se avete bisogno di consigli o aiuti per complessi vari, io sono qui per voi, vi assicuro che sono capace ( o lo spero...) di aiutarvi, dato che sono specializzata nel risolvere i probremi delle mie amiche, quindi... io... SONO A VOSTRA COMPLETA DISPOSIZIONE!!!!!
CIAO BELLI!!!!
Torna all'inizio della Pagina

Noise
Capo tra i piccoliscrittori


954 Messaggi

Inserito il - 14/02/2006 :  17:54:03  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Che bello, non devo fare la "psicologa" da sola!!
Noise
Torna all'inizio della Pagina

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 15/02/2006 :  13:24:41  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sono contenta di avere psicologhe specializzate come voi nella mia discussione,sono sicura che avrò bisogno di voi.
Ehi Matt non per farmi i fatti tuoi ma quale problema avevi che poi hai avuto una risposta??????
(Sono una rompi scatole inpicciona,lo so.Ma sono curiosaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa)
Torna all'inizio della Pagina

Noise
Capo tra i piccoliscrittori


954 Messaggi

Inserito il - 15/02/2006 :  17:41:35  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Beh, data la nostra decennale esperienza potremmo anche farci pagare... (ma come sono venale)
No, beh, dato che è una cosa che mi piace lo faccio anche gratis (ma solo perché siete voi...)
Noise
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 15/02/2006 :  18:27:54  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Per Emi: Ero diventato uno di quelli che vuole fare il "figo", insomma, ero diventato un grandissimo b******o...
Poi però ho aggiustato un po' di cose con le ragazze...
Matt75, Halo is Here.
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 15/02/2006 :  18:42:08  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
QUESTO SI CHE è UNA RAGAZZO D'ORO! Altro che quegli stupidi della mia classe, in particolare QUELLA PERSONA.... il fatto è che ormai lui è entrato in quel gruppo, però ormai ci ha preso il vizio(è diventato un lupo!XD!)di far soffrire troppe,e sottolineo TROPPE persone. Adesso ha proprio esagerato. Ne sono stufa di lui!(e pure voi, visto che vi sto facendo una testa così del mio COMPAGNO!)
Torna all'inizio della Pagina

admin
Forum Admin


846 Messaggi

Inserito il - 15/02/2006 :  19:08:45  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Tenetevi più strettamente ai temi delle discussioni.
E poi, per cortesia: mettete uno spazio dopo ogni punto, viorgola, punto esclamativo, punto interrogativo ecc. Vi prego!
Georg
Torna all'inizio della Pagina

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 17/02/2006 :  20:19:20  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ok Georg, farò più attensione agli spazi, non credo di metterli sempre, e farò attenzione anche a ciò che scrivo mantenendomi più stretta alle discussioni.
GRAZIE!!!!!sempre per aver creato il forum e per i tuoi consigli d'oro
Torna all'inizio della Pagina

admin
Forum Admin


846 Messaggi

Inserito il - 17/02/2006 :  23:20:44  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ragazzi, lo faccio proprio volentieri, e sono contento esservi d'aiuto.
Credo che solo chi prova a scrivere con impegno poi diventerà anche un grande lettore, perché saprà apprezzare meglio la letteratura.
E poi scrivere significa dare voce a qualcosa che abbiamo dentro. Meglio delle superficialità e delle frasi fatte. Esprimiamo noi stessi, anche se questa capacità va allenata... non è facile, soprattutto all'inizio!

Georg
Torna all'inizio della Pagina

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 18/02/2006 :  14:59:01  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hai proprio ragione e credo che ognuno di noi, o non tutti si impegneranno a seguire i tuoi consigli,per diventare bravi lettori e scrittori....
Torna all'inizio della Pagina

Heven
piccoloscrittore già più grande


449 Messaggi

Inserito il - 18/02/2006 :  15:53:03  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Oh queste si che sono parole sagge (eh già, nel vero senso della parola, parole d'autore!)
Le terrò sempre a mente!

GRAZIONE GEORG (scusa per la grammatica!)
Heven
Torna all'inizio della Pagina

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 24/02/2006 :  19:03:26  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Mark e Mirco
Mark e Mirco erano due ragazzi di 14 anni, frequentavavano la terza media, e stavano nella stessa classe,la terza N. Tutti e due era molto bravi a scuola, e proprio per questo erano i più odiati e isolati. La loro non era una vita facile, Mark era orfano, ed era stato adottato da una famiglia che non poteva avere figli. Mentre Mirco per sua fortuna aveva i genitori e anche un fratello più grande, ma non veniva capito da nessuno nella sua famiglia, quindi era come essere soli. Forse Mark e Mirco andavano d'accordo proprio per questo nessuno dei due era felice. Un giorno mentre erano al parco a chiacchierare un pò, decisero di provare a cambiare vita e di diventare come tutti nella loro classe, perchè non ce la facevano più a essere isolati e infelici.Il giono seguente andarono a scuola senza aver fatto i compiti, si sedettero vicino ai più bulli e come loro cominciarono a prendere in giro le ragazzine più piccole. I professori naturalmente si accorsero del cambiamento ma non vollero ancora allarmarsi e avvertire i genitori nella speranza che tornassero come prima. Dopo circa un mese Mark e Mirco cominciarono a entrare nella comitiva dei bulli e con loro passavano ogni giorno.I professori nonvedendo il ritorno alla normalità dei due avvisarono i genitori e insieme decisero di prendere dei provvedimenti, non facendo uscire più i ragazzi richiamandoli in classe, ma tutto questo non servì a molto i due pur di uscire scappavano e dei richiami non se ne interessavano.Ma per diventare veramente un membro di loro dovevano rubare qualcosa anche qualcosa di piccolo, i due pur di diventare bulli e importanti lo fecero. Così iniziò la loro rovina e la loro condanna a vita....Dopo qualche mese cominciarono a fumare e poi si passò alla drogha ed ecco la loro dipendenza per sempre. Ormai nessuno più li poteva portare sulla buona via.

Credo che questo sia un argomento di cui si parla molto, perchè casi di adolescenti che cominciano a drogharsi ce ne sono troppi ormai.
Con questo racconto volevo mandare un appello a tutti.
Prima di tutto, non bisogna escludere i tipi più riservati. E poi ognuno di noi se ha un problema ne deve parlare, non deve tenersi tutto dentro. C'è sempre un orecchio ad ascoltare......
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 25/02/2006 :  15:16:50  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Bravaaaaaa!!!!
Son tornata,CON LA PAGELLA.......lasciamo perdere.
Una storia,una storia.....la mia:già scritta....un inventata:più tardi....bah,comunque...il mio libro di narrativa di quest'anno parla di una storia davvero emozionante,ma triste.Parla di un ragazzino della nostra età,Noè,che viene traumatizzato da un fatto sconcertante:suo padre ha avuto un incidente e perde la memoria.
Un trauma davvero difficile da superare,figuratevi nel periodo dell'adolescenza in cui si è almeno tre volte più impulsivi ed emotivi (lo dicono ricerche scientifiche!).I traumi di questo tipo sono difficili anche da accettare alla nostra età....cosa na dite al riguardo???
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 25/02/2006 :  17:28:31  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Carina...
Alcuni errori di battitura...
Ora vorrei dirti una cosa:
Mi sembra che tu abbia fatto passare le cose un po' troppo in fretta.
Forse avresti dovuto andare un po' più calmina, cioè descrivere meglio i fatti.
Cioè, uno, prima di passare "dalla parte dei cattivi" ci pensa.
O almeno secondo me.
E' anche vero che una persona disperata farebbe di tutto per avvicinarsi delle persone...
Però non capisco questo:
Dici che decidono di provare a cambiare vita e a diventare come tutti gli altri; perché?
Dovresti spiegarlo, magari potresti scrivere:
E decisero di provare a diventare come tutti gli altri, perché non ne potevano più di essere isolati dal mondo intero.
Così, ad esempio.
Poi ho un altro dubbio: (sto trasformandomi in un criticone...)
Dici che i professori si accorsero del cambiamento, ma non dissero nulla ai genitori nella speranza che tutto svanisse.
Poi... Passi subito al fatto che dopo un mese iniziano a fumare e poi a drogarsi.
la prima domanda che viene spontanea è:
I professori o i genitori, hanno fatto qualcosa per fermarli.?
Mi sembra strano che i professori non abbiano avvertito i genitori...
Anche loro avranno visto che quel "vizio" di fumare o di non fare i compiti.
Non penso che stavano tutto il tempo a guardarli.
Anche i genitori si saranno accorti del cambiamento.
E allora avranno fatto questo e quest altro.
Secondo me potresti arricchirla un po' di più, potresti fare così ad esempio:
"... i professori notarono il cambiamento improvviso dei due alunni.
Pensarono allora che era il caso di parlare con i genitori e prendere i provvedimenti...

Il mio è solo un esempio.
Puoi pur sempre conservare il finale triste, dicendo che, nonostante tutto, i due non si salvarono da questa "malattia"...
Questa è solo la mia opinione, naturalmente...
Comunque, a parte tutto questo, è un bel racconto, che rappresentà anche la realtà dei giorni nostri.
Brava.
Matt75, Halo is Here.
Torna all'inizio della Pagina

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 27/02/2006 :  20:06:39  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Matt, grazie per i consigli, sono contenta che al di là di tutto ti sia piaciuto, ho coretto dimmi se così ti piace...
Torna all'inizio della Pagina

Maxt3r
Piccoloscrittore appena arrivato


5 Messaggi

Inserito il - 27/02/2006 :  22:45:56  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
che casino...rimpiangeremo tutti l'adolescenza, questa età ricca di incertezze e prime scoperte...
Halo is finally here
Torna all'inizio della Pagina

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 28/02/2006 :  13:56:02  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
dici? ...
ok mi fido... spero però che ci saranno momenti migliori nella vita.
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 28/02/2006 :  15:16:01  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ampò chi si sente!

Vabbè, scusate il dialetto...
Per Emi: Non vedo le correzioni.. E non ti preoccupare se non capisci Maxt3r The Warrior of Ic3... E' normale...
Scherzo eh Max!
Matt75, Halo is (so so) Here.
Torna all'inizio della Pagina

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 02/03/2006 :  15:52:13  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Matt io ho coretto nel senso che ho messo che i professori avvisano i genitori e insieme prendono dei provvedimenti.
Mi dispiace se a te non risulta che ho cambiato...
Se riesci a vedere le piccole correzioni, e ne trovi altre dì pure mi fanno piacere i tuoi consigli
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 02/03/2006 :  16:12:46  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ah sì!
Ho visto.
Ora va meglio.
Brava!
Matt75, Halo is Here.
Torna all'inizio della Pagina

gliz
piccoloscrittore impegnato


190 Messaggi

Inserito il - 02/03/2006 :  20:25:56  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
oh domani a scuola devo fare un tema sull'adolescienza
Torna all'inizio della Pagina

Emi5
piccoloscrittore già più grande


460 Messaggi

Inserito il - 03/03/2006 :  20:39:26  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
grazie Matt.
Per gliz, puoi prendere qualche informazione e opinioni da questa discussione,sono sicura che andrà benissimo!
in bocca al lupo!
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 06/04/2007 :  13:44:34  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sinceramente mi stanno rompendo le scatole tutti questi psicologi che arrivano e ti dicono che devi fare e cosa no, che ti dicono "Gli adolescenti di oggi non sono più quelli di una volta, sono tutti sfrontati, maleducati.".
Ma che se la facciano dare nel sacco loro e la loro laurea in psicologia. Mi rompono perché si credono autorevoli, solo perchè hanno un pezzo di carta su cui è scritto che tu sei intelligente noi no.
Mah, la scuola è solo una preparazione, sei tu che dopo devi avere un carattere forte e cercare di renderti utile.
Mi rompono perché, grazie a quattro stupidi che ci sono al mondo che fanno i bulletti, questi ci devono inculcare in testa quello che vogliono, e c'è gente che crede a questi tizi qua, gente che se ti dice "buttati da un ponte" qualcuno lo fa davvero.
Sono d'accordo che questi incontri servano ad orientarsi, ma non a fare ciò che vogliono loro.
Bah.
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini. © 2003 Georg Maag Torna all'inizio della Pagina
Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03