il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini.
il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini.
Home | Profilo | Registrati | Discussioni Attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Forum per gli insegnanti
 FORUM PER INSEGNANTI E MAESTRE
 dislessia?
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

mar
Piccoloscrittore appena arrivato


2 Messaggi

Inserito il - 20/02/2006 :  17:48:48  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ciao sono Mar
un'insegnante.stavo navigando in cerca di informazioni sulla dislessia e mi sono imbattuta in questo forum pieno pieno di colleghe e genitori che sono davvero una fonte di informazioni!
Grazie...mi avete aiutato proprio a colmare alcune lacune e dubbi che avevo in merito alle DSA.
la mia curiosità è legata al fatto che PENSO PROPRIO CHE UNA MIA ALUNNA SIA DISLESSICA!
Spesso si dice della negatività delle insegnanti e della poca conoscenza di queste "nuove difficoltà" ma io e la mia collega sono 4 anni che lottiamo per convincere mamma e famiglia a cercare di capire cosa ha questa bambina che comunque ha TUTTE le caratteristiche tipiche della dislessia.
Alla fine della 1^ elementare l'abbiam mandata all'ASL per una riabilitazione ortofonica xè praticamente pronunciava male tutte le parole,e gli addetti hanno pensato bene di prenderla in carico per una riabilitazione fonologica completa (una volta alla settimana la bambina va all'asl e lavora con la logopedista).
Per carità...lievissimi miglioramenti ci sono stati ma ora a metà quarta e dato che nella scrittura autonoma no infila una parola giusta(mette o toglie lettere, inverte i caratteri, stacca o attacca le parole a suo piacere, toglie anche i pezzi interi di parole...) abbiam chiesto alla mamma di verificare che alla asl le abbian fatto i test per la dislessia....APRITI CIELO!!!!!!
si sono scatenati quelli dell'ASL e mamma in testa dicendo che se la bambina è così l'abbiam rovinata noi (che dalla prima la seguiamo in modo individuale con un percorso tutto suo, abbiam raccolto tutti i lavori fatti e le offriamo ogni facilitazione tipo tabelle riassuntive, schemi, le leggiamo noi le verifiche, usa il computer per scrivere anche in classe...IL TUTTO SENZA ORE DI COMPRESENZA E CON ALTRI 15 ALUNNI NELLE STESSA CLASSE CHE NON E? CHE POI NON ABBIAN ANCHE LORO LE LORO DIFFICOLTA?!!!!), che l'abbiamo trascurata....
addirittura la logopedista ci ha detto che lei ha fatto tutte le prove (anche se il nome delle prove non è stata in grado di dirlo) e che la bambina certo che ora è dislessica ma è una dislessia ATIPICA che le si è strutturata, non è nata così.questa forma di dislessia le si sarebbe fissata a forza di non essere corretta man mano che l'errore si presenta.
Loro all'asl pretenderebbero che noi ci affiancassimo a lei e mentre scrive le correggessimo immediatamente l'errore e glielo facessimo notare, oltre a farle ripetere in modo corretto la parola.
ORA CHIEDO A VOI SUPER ESPERTE: ESISTE DAVVERO UNA DISLESSIA CHE SI STRUTTURA DOPO?(NON L'HO MAI SENTITA)
E' GIUSTO CORREGGERE PASSO PASSO GLI ERRORI ANCHE SE SU ALCUNI LIBRI IO HO LETTO CHE NON VA BENE ANCHE PER NON AFFONDARE L'AUTOSTIMA DEI BAMBINI?
la logopedista di fronte a queste nostre ribattute ha detto: PROBABILMENTE NOI CI RIFERIAMO A TESTI DIVERSI...
NON SAPPIAM PIU' COSA FARE!
DATECI UN CONSIGLIO E SE POTETE DISSIPATE I NOSTRI DUBBI!
GRAZIE DI CUORE
MAR

Margherita66
Piccoloscrittore appena arrivato


1 Messaggi

Inserito il - 29/08/2006 :  05:44:23  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Cara Mar, scusami se rispondo solo ora alla tua richiesta di consigli
sulla dislessia e sui rapporti con la famiglia e con l'USL. Purtroppo sono appena registrata a questo sito ed è la prima volta che partecipo ad un forum
Faccio la logopedista da molti anni presso l'USL della mia città e ti posso dire con assoluta sicurezza che la sislessia non si struttura nel senso usato dalla collega e che mai, la dislessia, è figlia di un cattivo insegnamento. Ovviamente, questo non vuol dire che non occorra adoperarsi per il meglio, come avete fatto voi. E' appurato che molte dislessie succedono ad un problema fonologico come quello della bambina in questione che pronuncia male le parole, ma non siamo ancora in grado di dire che ci sia un nesso certo tra disturbo del linguaggio e disturbo di apprendimento, anche perchè in altri casi non compare questo tipo di associazione. Tuttavia, è molto frequente che ad un alterazione fonologica, soprattutto sen assorbita prima dell'inizio della scuola, segua la dislessia. Ora per parlare di dislesia occorre innanzitutto che la bambina abbia un Q.I.nella norma o, più spesso, sopra la norma e questo solo un apposito test può verificarlo. La dislessia è caratterizzata soprattutto da errori nel leggere, non sempre dalla cattiva comprensione del testo, e da lentezza nella lettura.
La dissgrafia può presentare errro fonologici (dito/tito) o lessicale
(cuore/quore) ed altri non classificati. Si osservono, spesso, fusioni tra parole o parole disgiunte.
Per quanto riguarda la lettura, la lentezza sebra un indice paticolarmente caratterizzante, che rimane inferiore alla norma anche nel tempo, sebbene ci sia stato un miglioramento negli altri due parametri.
Per diagnosticare con assoluta sicurezza un dislessico, il bambino deve aver conclusro la IIa elementare. I test minimi che vanno effettuati, dal NPI e dalla logopepedista, sono la valutazione del Q.I., il test M.T. di Cornoldi e la Batteria per la dislessia ecc. messa a punto tra Tressoldi e colleghi.
Credo che il caso della bambina in questione non sia chiaro, almeno finchè non si è sicuri della sua intelligenza. Ad esempio, nella logica, dopo che voi gli avete letto un problema che strategie usa per risolverlo? Anche se, come ho già detto, questo non basta per valutarne le capacità intellettive, può essere sia uno strumento per orientarsi nell'insegnamento.
Ciò che veramente è venuto a mancare è stata la collabborazione tra insegnanti, NPI e logopesdista. Un problema fonologico all'età della vostra alunna ancora irrisolto, necessitava , a mio modesto avviso, almeno inizialmente di due sedute settimali di logopedia e che gli esercizi, in forma di gioco, venissero ripresi in classe dalle insegnannti in modo costante,
Mi dispiace che l'USL non abbia preso i necessari contatti con voi.
Certo è che per dare delle indicazioni si dovrebbe almeno orientitativamente sapere la diagnosi effettuata. Esiste un segreto professionale, ma si possono esplicitare i problemi della bambina, nel suo sesso interesse, senza usare l' "etichetta" della diagnosi Questo, naturalmente, dopo che i genitori hanno dato il loro assenso agli incontri USL-scuola, dal momento che, da quanto capisco, la bambina non è certificata. Ciao, ed in bocca al lupo.

Margherita 66
Torna all'inizio della Pagina

admin
Forum Admin


846 Messaggi

Inserito il - 29/08/2006 :  17:32:18  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Gentile Margherita,
grazie per l'intervento.
Sarebbe però stato carino metterlo attaccato alla discussione centrale sulla dislessia.
Volendo lo può fare con due finestre aperte e copia-incolla...?
Che ne direbbe? Così rimarebbe tutto in una sola discussione, e questa si potrebbe poi cancellare.
Grazie mille,
Georg Maag
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini. © 2003 Georg Maag Torna all'inizio della Pagina
Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03