il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini.
il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini.
Home | Profilo | Registrati | Discussioni Attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Forum dei bambini
 Piccoliscrittori: il nostro mondo
 Quarto Argomento: Religione
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 27/04/2006 :  18:28:23  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
E' senz'altro uno dei temi più discussi e, molte volte, la causa e fonte del razzismo.
Chi dice "Allah è grande", chi "Il Cristo nostro Signore", chi urla Viva Ganesha e tante altre esclamazioni che, molto spesso, hanno fatto scandalizzare chi non è d'accordo con queste frasi.
E voi?
Che ne pensate?
Lasciate opininoi
Matt75, Halo is Here.

Heven
piccoloscrittore già più grande


449 Messaggi

Inserito il - 28/04/2006 :  08:06:43  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Devo dire che questa è una discussine utile.
Concordo con te Matt: coloro che non sono daccordo con altri riguardo la religione, a volte rischiano di innescare, magari non volutamente, una bomba ad orologeria che prima o poi esploderà.
Una cosa che non capisco è il fatto che in molti paesi come la turchi, dove la religione nazionale è tollerata in altri luoghi, non vengano tollerate le altre religioni.
Perchè non permettono a tutti coloro che fanno parte di altri gruppi religiosi di essere trattati come tutti gli altri?
Bah...

Heven, The lfie is wonderful
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 29/04/2006 :  13:17:35  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
é una vera ingiustizia non poter essere libero di scegliere la propria religione!Ma le religioni estreme come quella islamica(di questi tempi...) non sono certo le più giuste di questo mondo!
beh,anche qui,ho qualche storia familiare:
Mia madre è evangelista.
Non so se l'avete presente,ma alla fine,è sempre cristiana.
Solo che,è cristiana-evangelista anzichè cristiana-cattolica.
Mio padre è cattolico,ma diciamo cattolico "per finta".
In senso che,teoricamente è cattolico,però è più tra evangelista-ateo.
Io su questo argomento sono spiazzata.
Dovrei essere cattolica,ma non mi ha mai convinta quella religione,però credevo in Dio.
Non ero d'accordo su alcune cose,su altre cose avevo dei dubbi e il cattolicesimo non mi dava mai risposte.
L'evangelismo sì.
Odiavo e odio la Messa.Non per mancar rispetto ai cattolici,ma odio la Messa perchè è tutta meccanizzata.Il parroco diceva una cosa e il credente già sapeva che diceva e cosa doveva rispondere.Insomma,è come un film in videocassetta che ogni volta si vede e poi si rimanda indietro per la prossima volta.Apparte la lettura dela Bibbia,ovviamente.Quella cambia,ma anche qui c'è una cosa su cui non sono d'accordo:perchè dobbiamo per forza stare ai commenti del parroco?Non possiamo interpretarle in modo diverso?Non si può avere un ideale diverso dalla struttura gerarchica della Chiesa cattolica?
Poi ci sono altre cose,ma ve le dico la prossima volta.
Roby19,the final fantasy is here!
Torna all'inizio della Pagina

Kikka
piccoloscrittore impegnato


111 Messaggi

Inserito il - 30/04/2006 :  13:03:27  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Beh, io penso che ognuno sia libero di professare la religione in cui crede. Purtroppo però, come si vede ancora oggi, spesso la religione è un prestesto per le guerre. Questo non va... L'intolleranza tra le religioni è qualcosa che non capirò mai... è un po' come il razzismo...Mah!
Beh, in teoria io dovrei essere cattolica, ma già da piccola, mi definisco atea... In relazione al cattolicesimo, come accade anche a roby19, ho molti, moltissimi dubbi. Innanzi tutto, non capisco perchè il Papa viva in castelli giganteschi servito e viziato, quando nel mondo c'è gente che muore di fame... Poi è il primo a dire che bisogna fare beneficenza... Inoltre, anche per me la messa è odiosa perchè in realtà, non c'è un confronto diretto, ma ci si limita a "rispondere" meccanicamente. Il cristianesimo (in generale), si è trasformato proprio in quello che Gesù non voleva... A parte questo, ci sono un bel po' di contraddizioni nella Bibbia, che adesso non vi starò ad elencare...
Ma il punto non è questo, il punto è che è molto umiliante per il genere umano, che ancora oggi, nel XXI secolo, facciano scandalo frasi relative a diverse religioni...... Credo di aver finito...
Kikka.
Torna all'inizio della Pagina

mariam3
Capo tra i piccoliscrittori


508 Messaggi

Inserito il - 30/04/2006 :  16:02:39  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
io non sono religiosa... sono laica.....premesso che ho qualche amico musulmano o cinese ....comunque io penso che riguardo alla religione musulmana...che chi è musulòmano viene trattato diversamente perchè a volte si sentono superiori (può darsi che lo siano)... comunque a volte anche loro si comportano in modo razzista... (parlo io che sono africana e che ho tutti i nonni musulmani)... così dei cinesi...che si chiudono nel loro mondo ....
mariam3
Torna all'inizio della Pagina

Heven
piccoloscrittore già più grande


449 Messaggi

Inserito il - 30/04/2006 :  20:24:54  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Mi permetto di rispondere a kikka e roby:
io sono una cristiana cattolica e devo dire che la messa a volte può risultare noiosa, ma meccanizzata no: è chiaro che se uno risponde alle parole del sacerdote senza neanche pensare a cosa dice avete ragione voi. Ma se uno mentre parla riflette su ciò che pronuncia si accorge che più di una risposta meccanica è una riconferma di quello che noi cristiani dobbiamo dire ogni giorno.
Riguardo al Papa, beh, io mi limito a dire che
a) dubito che poi infondo la sua vita sia così facile
b) è il capo ella chiesa quindi dovrà accorgersene lui se è sbagliato o no quello che fa.
Una cosa che ha detto roby non la capisco: stare ai commenti del parroco...
forse intendevi l'omelia, beh, su questo io dico che più che obblighi del parroco sono consigli e aiuti, ai quali però non dobbiamo attenderci per forza.
Poi parli della struttura mo0lto rigida e gerarchica della chiesa, ti dirò: io, sempe nella Chiesa Cristiana, faccio parte di un movimento cattolico che si chiama "Movimento dei focolari", tranquilli, non è un rito satanico, per carità! anzi, forse Georg lo conosce... è una comunità molto, molto bella, che infonde la propria fiducia nella nuova generazione, perchè possa "cambiare il mondo", ovvero renderlo migliore.

Aggiungo una cosa sulle religioni in generale:
oggi ho fatto la Cresima, in questo modo ho fatto la scelta di essere una vera cristiana. Ma vi dico perchè ho fatto questa scelta:
a) ovviamente mi piace questa religione e la trovo la migliore.
b) sono convinta che all'umanità faccia bene credere in qualcosa, perchè aiuta a sperare nelle difficoltà che comunque c'è qualcuno che ci aiuta e sostiene, che dopo il dolore ci sarà qualcosa di migliore. Fin dall'antichità le popolazioni hanno sempre o quasi avuto come riferimento un dio o vari dei, questo dimostra che già dai primi tempi l'uomo sentiva la necessità di credere in qualcosa.
IO perciò, ho fatto la scelta della religione cattolica per tanti, tanti, tanti motivi, ma soprattutto perchè il mio cuore mi dice scegli questa, scegli questa ed io mi fido.

Heaven, The life is wonderful
Torna all'inizio della Pagina

mariam3
Capo tra i piccoliscrittori


508 Messaggi

Inserito il - 30/04/2006 :  23:07:59  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
e a me scusa????
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 01/05/2006 :  10:53:06  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Crdo che sia un bene, il fatto che in questo Forum non tutti hanno la stessa religione.
Osservate che, se ci fossero stati degli adulti qui, con religioni diverse, avrebbero insegnato a sbranarsi.
Noi invece, stiamo esprimendo ognuno le nostre oponioni sulle religioni, ma tranquillamente, perché ognuno di noi ha diritto di dire la sua.
Se ci fossero stati un paio di politici di religioni diverse, se le sarebbero dette tutte.
Stiamo dimostrando che si può essere uniti anche se diversi.
Io, sono senz altro cristiano, credente ma non praticante.
Credo in Dio, in Gesù e in tutti gli altri personaggi che caratteristicano il cattolicesimo.
Anche se, in alcuni punti, la penso diversamente in confronto al cattolicesimo.
Secondo me, dopo la morte, tu rinasci in un'altro corpo, e sei un'altra persona; ma non sai chi sei stato prima.
La tua anima va sì in Paradiso, ma tu la dimentichi per sempre.
E' un po' l'idea che ho del "dopo-morte".
Ma guardate, potremo vedere quale religione sia quella "giusta" solo alla nostra morte.
E' certo che Maometto e Gesù sono esistiti, ma chi di loro due aveva ragione?
Lo scopriremo dopo la morte, anche se non potremo racontarlo a nessuno.
Ragazzi, che bisogna dire?
Aspettiamo...
Speriamo di aspettare il più a lungo possibile...
Matt75, Halo is Here.
Torna all'inizio della Pagina

Heven
piccoloscrittore già più grande


449 Messaggi

Inserito il - 01/05/2006 :  11:05:47  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Scusa mariam, non ti ho risposto perchè non so cosa dire riguardo a ciò che hai scritto tu.
Sul dopo-morte sono più o meno d'accordo con Matt, ovvero: credo che dopo comunque ci sarà qualcosa, e che per scoprirlo dobbiamo aspettare, poi credo anch'io che magari dopo questa vita ce ne sarà un'altra, però noi, in quella vita, non ci potremo ricordare di questa.
Credo in ciò perchè ho letto tepo fa che una persona credeva di essere un'altra, di abiitare in un altro posto e di essere stata uccisa dal marito...
sono così andati a verificare data di nascita, di morte, abitazione e curriculum della persona morta... tutto coincideva con quello che aveva detto quella signora.
Poi non so, può essere stata anche solo una coincidenza.

Aspettiamo, come dice Matt, aspettiamo...
Heaven, The life is wonderful
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 01/05/2006 :  11:16:58  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
tanto, tanto, tempo...
Godiamoci prima questa di vita, poi vedremo...

Matt75, Halo is Here.
Torna all'inizio della Pagina

Heven
piccoloscrittore già più grande


449 Messaggi

Inserito il - 01/05/2006 :  11:20:55  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Già, poi se stiamo a quello che dice papron de paperoni () "Il tempo e denaro" e quindi dobbiamo viere ORA ogni singolo attimo e assaporarlo con gusto...
e nel frattempo aspettiamo...

Qui stiamo diventando tutti così pazienti...
Heaven
Torna all'inizio della Pagina

mariam3
Capo tra i piccoliscrittori


508 Messaggi

Inserito il - 01/05/2006 :  22:26:57  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
io spesso vorrei morire per scoprire cosa c'è dopo ... ma poi mi rendo conto che ogni cosa ha il suo tempo... comunque io non so cosa pensare sul dopo-morte ... perchè comunque nessuno lo può provare...
baci baci a tutti mariam3
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 02/05/2006 :  21:10:00  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Anch'io,come Matt ho una certa inclinazione sulla reincarnazione.Anche se nell'evangelismo non se ne parla,un po' lo sospetto.Altre differenze col cattolicesimo che sono la VERA differenza:
1:Non vengono adulati Madonna e santi.Beh,ci crediamo,ma non facciamo preghiere per loro,perchè anche noi possiamo essere "santi" con comportamenti giusti e buoni,anche prendendoli come esempio.
2:Non vi è una chiesa,ma semplicemente un edificio semplice con un altare,senza simboli.Noi siamo contro maestose chiese e statue poichè Gesù diceva di non abbassarsi alla ricchezza materiale.
3:Non crediamo al papa.E poi,siamo contro la sua ricchezza infinita,poichè Gesù era contro la ricchezza materiale e lui,essendo un esempio per tutti,dovrebbe seguire anche questa regola.
4:Aduliamo Dio con moltissimi canti gioiosi(Avete presente i cori Gospel in America?Tipo quelli...) e con piccoli momenti di preghiera LIBERA(senza quelle già scritte Ave Maria,Padre Nostro ecc...)
5:Il battesimo avviene ad un' età ragionevole:dai 17 anni circa in sù.Ed avviene come avvenniva ai tempi di Gesù:immersione completa(per pochissimi secondi).
6:Il matrimonio avviene semplicemente dicendo davanti a tutti di essere marito e moglie(semplice,semplice)
7:Di solito,oltre alla "chiesa" vi sono piccoli gruppi di preghiera chiamate "cellule" formate da 7-9 persone circa.Si prega,si prende un passo della Bibbia e lo si commenta tra tutti scambiando le proprie opinioni.
C'è quasi tutto,circa,boh...
Roby19,the final fantasy is here!
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 02/05/2006 :  21:17:16  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
No, io non sono per la "reincarnazione"; perché io ho una opinione che mi dice:
L'anima del morto va in Paradiso e vive eternamente, ma noi rinasciamo in un altro corpo, senza sapere che siamo già esistiti in un'altra identità prima.
La reincarnazione è diversa; chi si reincarna, ne è cosciente perché deve scontare i propri peccati.
E' più o meno come la penso io.
Matt75, Halo is Here.
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 02/05/2006 :  21:27:02  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Beh,lo volevo dire in una sola parola ma volevo intendere quello che dicevi tu!
Roby19,la terminologia non è il mio forte!
Torna all'inizio della Pagina

Kikka
piccoloscrittore impegnato


111 Messaggi

Inserito il - 08/05/2006 :  10:23:51  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Beh, io non mi sono fatta un'idea precisa (o approssimata) di quello che c'è dopo la morte. Delle volte, mi capita di pensare che se uno muore, muore e basta...che dopo non ci sia niente... Non so se capite quello che intendo dire... Poi però, penso che allora, la vita non abbia senso e quindi, dubito fortemente questa "tesi". La vita un senso deve pur averlo, no?!
Per quanto riguarda quello che diceva Heven, dirò un paio di cose...
Anche se probabilmente tu hai ragione, dicendo che l'uomo ha da sempre creduto in dei o divinità, la mia parte razionale,mi porta a credere che l'uomo non ne ha bisogno. Si tratta solo ed assolutamente della mia fiducia nelle potenzialità umane. Penso che l'uomo possa farcela anche da solo, che non abbia bisogno di un dio. Forse questa mia fiducia sulle potenzialità umane, mi ha fatto spesso fare scelte che mi hanno cambiata radicalmente, ma che non si sono mostrate sbagliate. E se io penso che l'uomo abbia le capacità per fare tutto anche da solo, non posso credere che dio ci aiuta nei momenti difficili o cose del genere. Sarebbe un controsenso, no?!
Beh, questi sono i miei pensieri e probabilmente alcuni non saranno d'accordo.
Inoltre, ti dirò, Heven, che da quello che dici, credi davvero nella tua religione e non è poco. La maggior parte della gente, crede in dio e nel cattolicesimo solo perchè gliel'hanno scodellato davanti da quando erano piccoli. Brava! Mi piace trovare persone veramente convinte di ciò che fanno e che dicono.
Kikka.

Torna all'inizio della Pagina

Heven
piccoloscrittore già più grande


449 Messaggi

Inserito il - 08/05/2006 :  19:25:07  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sai Kikka, io credo che l'uomo abbia cercato un dio non perchè ne avesse bisogno per il lavoro o per i guai della vita, ma piuttosto per giustificare fatti che accadono nella nostra vita che non sappiamo giustificare... Comunque grazie per quello che hai detto, ma credo nella mia relifine perchè la ritengo giusta e con una morale.
Riguardando il dopo morte neanche io sono per il ritorno in un altro corpo cosciente....

Heaven, The life is wonderful
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 10/05/2006 :  19:51:11  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Posso mettere alcuni canti della mia chiesa?

Non temere
Quano l'avversario verrà
Come una fiumana
Lo Spirito dell' Eterno
In fuga lo metterà

Non temer,non temer,non temere!
Il male da te fuggirà!
Non temer,non temer,non temere!
Gesù con te sarà!(x2)


Questo è uno dei miei preferiti,perchè allegrissimo!
E molto ritmato!

Stranamente adesso di questo mi ricordo solo il ritornello:
Oh,regna in me,con il Tuo poter
Quando ho timor Tu sei lì con me,
Tu sei il Signor dei deisderi miei
Ti prego,regna in me Signor!


Ne metterò altri se me li ricordassi meglio,da noi,infatti c'è un proiettore che visualizza itesti,poichè i canti sono centinaia!
Non si possono ricordare tutti,tantomeno io li ho ascoltati tutti quanti!
Vedrò di farmi dare i testi o di scrivermeli...
Roby19,the final fantasy is here!

Torna all'inizio della Pagina

Heven
piccoloscrittore già più grande


449 Messaggi

Inserito il - 10/05/2006 :  21:38:42  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Anche a noi in parrocchia ci sono tantissimi canti, io faccio parte del coro e li so quasi tutti! Alcuni sono splendidi, domani magari ve li scrivo, non ora oerchè è tardi.
Heaven, The life is wonderful
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 11/05/2006 :  13:38:12  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Vedo, che, molti qui, non credono nel papa.
Non voglio condizionare nessuno, è chiaro, ma secondo me un grande uomo è stato Papa Giovanni Paolo II.
E' normale, qualcuno può anche dire "Per me non signfica nulla.", ma deve ammettere che è stato comunque un grande uomo.
Un esempio:
Trovarsi faccia a faccia con colui che ha quasi tentato di ucciderti, e perodnarlo, ha dimostrato che è un papa come si rispetti.
C'è stato un papa, tanti anni fa, che aveva benedetto le armi e il duce.
Pensate che roba.
Io, non sarei riuscito a perdonare l'uomo che ha tentato di uccidermi.
E' stato, poi, un papa che ha chiesto scusa, ha chiesto scusa agli Ebrei per i massacri che hanno subito dai Cristiani.
E' stato il primo papa, ad aver baciato il Corano, per voler diffondere che tutte le religioni sono uguali.
Ha chiesto scusa anche perché, in passato i papi si occupavano più di politica che di spiritualità.
Oggi, guardiamo papa Benedetto XVI, e sento dire dalla gente che questo papa è freddo, non è granché.
cioè, ma ci rendiamo conto che prima che arrivasse Ratzinger, abbiamo avuto alle spalle certamente uno dei più grandi uomini visti sulla Terra di questa epoca?
Se prima di Benedetto XVI ci fosse stato un papa che non avesse fatto nulla di speciale, su questo non si sarebbe detto nulla.
Ma dai, non puoi fare il paragone tra Wojtila e Ratzinger:
Il primo ha fatto quel che ha fatto, già si danno pregiudizi su Ratzinger.
Dico, dagli tempo!
Può darsi anche che non faccia nulla di speciale, come può darsi che faccia qualcosa in più e non faccia qualcos altro.
Almeno, questa e la mia opinione.
Matt75, Halo is Here.
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 11/05/2006 :  13:48:31  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Volevo dire un'altra cosa:
Molto spesso, si sente dire di hi abbia ragione sul fatto della creazione tra la scienza e la religione.
Io, da quanto ho capito dalla nostra professoressa di religione, avrebbe ragione in parte la scienza, riguardo il big bang; il fatto è che dietro tutto questo, ci deve essere stato qualcuno, una mente, che ha ideato il tutto.
Io, invece, penso che abbia ragione la religione, ovvero che Dio ha creato la luce eccetera, in più ha datto la capacità all'uomo di dare una spiegazione sulla sua provenienza, sulla sua evoluzione, scegliendo un animale.
E penso che questa scelta sia ricaduta sulla scimmia.
Così, credo che tutti quelli, lì, Australopiteco eccetera, non siano altro che delle macchinazioni della mente umana, troppo piccola per raggiungere il concetto "Dio creò l'uomo."
E' un po' come la penso io.
Matt75, Halo is Here.
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 11/05/2006 :  13:50:55  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ah, dimenticavo:
Io sono cristiano cattolico.
No, perché qui tutti hanno rivelato la loro religione, mentre io ero ancora in incognito.
Voi per cosa mi avevate scambiato
Magari si era capito...
Matt75, Halo is Here.
Torna all'inizio della Pagina

Heven
piccoloscrittore già più grande


449 Messaggi

Inserito il - 11/05/2006 :  18:56:25  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Devo dire che Wojtila è davvero stato un grande papa, il migliore ai miei occhi, ma anche Ratzinger si propone bene... non condivido il giudicarlo.
Riguardo al fatto della scienza o religione... non so spiegarlo, ovviamente credo in Dio, ma qualcosa mi dice che, se sono stati trovati reperti simili, forse Dio ha creato l'australopiteco per poi farlo evolvere e trasformarlo all'uomom odierno... poi non so....
Per Matt: a me sembrava di averlo capito che eri cattolico... ma hai fatto bene a specificare!


heaven, The life is wonderful
Torna all'inizio della Pagina

Kikka
piccoloscrittore impegnato


111 Messaggi

Inserito il - 11/05/2006 :  20:45:24  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Beh, sul fatto che papa Wojtila sia stato un grande uomo, credo non ci siano dubbi. Ha fatto cose che credo in pochi sarebbero riusciti a fare ( alcuni esempi li ha riportati Matt75). Per quanto riguarda il contrasto tra scienza e religione, beh, io credo che non ci sia una risposta... O meglio, è inutele stare qui a pensarci, perchè tanto, al 99,99999999...% (nove periodico) la nostra tesi potrebbe essere sbagliata. Eh, chi lo sa per opera di chi o di cosa siamo arrivati qui! Comunque, possiamo dire che probabilmente, quello che ci ha interessati, non è stato il primo Big Bang (sconvolgente, vero?)...Almeno così dicono... Dopotutto, cosa possiamo saperne noi di cosa regola davvero il mondo? Come si diceva giorni fa, aspettiamo...
Kikka.
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 11/05/2006 :  20:58:41  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Vedete, la cosa positiva di quando è morto Karol Wojtila, è stata che tutte le religioni del mondo si sono trovate unite tra loro.
E' questo ciò che mi è paiciuto, ciò che mi ha reso felice.
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 12/05/2006 :  20:10:41  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Beh,devo ammetterlo(e anche i miei genitori lo dicono) che Karol Wojtila è stato un grande uomo.Ha unito religioni,nazioni accettando tutto e tutti.Io,anche se non ci credo,sono contenta che abbia lasciato un buono e giusto ricordo di sè,attraverso le sue grandi opere.Mio padre ammirava e ammira tanto "Il Papa Buono",ve lo ricordate?Lui era piccolo quando l'avevano "incornato" e gli ha lasciato il segno.Beh,di quello nuovo,Benedetto XVI,non voglio fare commenti.Non voglio dare pregiudizi.Non saprei cosa dirvi,perchè non mi dato nulla,questo papa,almeno per ora.
Roby19,the final fantasy is here!
Torna all'inizio della Pagina

lava12
piccoloscrittore già più grande


377 Messaggi

Inserito il - 22/05/2006 :  13:55:58  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sono contarrio a questa eccesiva esplicazione della propria fede.
La fede è un qualcosa di intimo, un rapporto tra te stesso e Dio.
Torna all'inizio della Pagina

lava12
piccoloscrittore già più grande


377 Messaggi

Inserito il - 22/05/2006 :  14:01:47  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Benedetta Bianchi Porro

Benedetta Bianchi Porro viene alla luce a Dovadola, in provincia di Forlì, l'8 agosto 1936. Appena nata è colpita da una emorragia e la madre le conferisce il battesimo di necessità con acqua di Lourdes. A tre mesi s'ammala di poliomielite che le lascia la gambina destra più corta, crescendo dovrà portare una pesante scarpa ortopedica. I bambini la chiamano "la zoppetta" ma lei non si offende: "Dicono la verità". Nel maggio 1944 nella piccola Chiesa dell'Annunziata a Dovadola fece la prima Comunione. Le regalano in quell'occasione una corona del Rosario che avrà sempre carissima, non se ne staccherà mai. Un giorno, da studentessa universitaria, le capiterà di perderla per poi ritrovarla fortunosamente, e la sua gioia sarà incontenibile: "Che è mai tutto il resto - rispondeva a chi gliene chiedeva il motivo - in confronto alla mia corona!" Il padre, che è un ingegnere termale, nel 1951 porta la famiglia a Sirmione, sul lago di Garda. Benedetta frequenta il liceo classico a Desenzano. Tornando da scuola, un giorno annota nel suo diario: "Oggi sono stata interrogata in latino: ogni tanto non capivo quello che il professore mi chiedeva. Che figure debbo fare ogni tanto! Ma che importa? Un giorno forse non capirò più niente di quello che gli altri dicono, ma sentirò sempre la voce dell'anima mia: e questa è la vera guida che devo seguire". Già da qualche tempo aveva dovuto indossare un busto ortopedico per evitare la deformazione della schiena, a cui adesso si aggiungeva anche una incipiente sordità. Ma Benedetta non se ne cruccia più di tanto. "Che cosa meravigliosa è la vita", dice, e fa tanti progetti per il suo futuro: "Vorrei poter diventare qualche cosa di grande...". Nell'ottobre del ‘53 si trasferisce a Milano per frequentare l'università: sceglie Fisica per compiacere il padre, ma la facoltà non le piace e cambia dopo un mese passando a Medicina. È convinta che la sua vocazione sia quella di dedicarsi agli altri come medico. Negli studi è molto brava, ma la malattia avanza, inesorabilmente. "Non si è mai visto un medico sordo!", le grida un giorno infuriato il titolare della cattedra di anatomia scagliandole il libretto per terra. Benedetta non si arrende, ma continuare è duro. "Mi sembra - lei scrive - di essere in una palude infinita e monotona e di sprofondare lentamente...". Speranze, rinunce, ribellioni, una lunga via crucis di interventi chirurgici, fino alla diagnosi che lei stessa formulerà per prima: neurofibromatosi diffusa o morbo di Recklinghausen. Un morbo rarissimo e incurabile che progressivamente la priva della vista e dell'udito, del gusto e dell'odorato immobilizzandola in un letto. Benedetta allora era sola, Dio non era ancora il suo sostegno. Sono giorni difficili, rischiarati appena dall'amicizia con una ragazza, Nicoletta, che di lì a poco tempo dopo partirà missionaria. Chiusa nella sua stanza, paralizzata a letto, la giovane inferma vive giorni di buio e di lotta. Il dolore è il suo pane quotidiano. Nel maggio del '62 Benedetta va a Lourdes col treno bianco dell'UNITALSI, un viaggio lungamente desiderato. "Attraverso un periodo di aridità, spero di passarlo con l'aiuto della S. Vergine che è la più dolce delle madri". Piena di fiducia nella Consolatrice degli afflitti, Benedetta ha un sogno: "Desidero guarire per farmi suora. Ho fatto voto". Ma altri erano i disegni di Dio su di lei. La seconda volta che ci va, l'anno seguente, il miracolo di Lourdes sarà la scoperta della sua vocazione: la croce. "Dalla città della Madonna - scrive a un'amica - si torna nuovamente capaci di lottare, con più dolcezza, pazienza e serenità. Ed io mi sono accorta, più che mai, della ricchezza del mio stato, e non desidero altro che conservarlo. È stato questo per me il miracolo di Lourdes, quest'anno". Giorno dopo giorno Benedetta si apre all'azione della grazia in un sofferto cammino di fede e di abbandono che la purifica e la rende una creatura che lentamente si spoglia di tutto per divenire dono per gli altri. Tanti le scrivono o vanno a trovarla, in quella stanza dove lei consuma la sua offerta trasformandosi come l'ostia sull'altare. Benedetta scrive molte lettere, risponde a tutti, da sola finché può farlo e con molta fatica, con la sua scrittura sempre più incerta e tremolante, in seguito con l'aiuto della mamma attraverso un alfabeto muto convenzionale i cui segni venivano formati sul suo viso con le dita della mano destra, unica parte del suo corpo rimasta sensibile. La sua cameretta diventa un crocevia di vite e il suo letto un altare attorno al quale si crea uno straordinario cenacolo d'amore: ragazzi e ragazze che da lei ci vanno non per pietà, ma per quello che da Benedetta riescono ad imparare: un amore grandissimo per la vita. Una suprema lezione di fede e di coraggio proprio da lei, nella sua carne offesa e umiliata, nella sua infermità: è il "mistero" di Benedetta. "Prima nella poltrona, ora nel letto che è la mia dimora -lei scrive - ho trovato una sapienza più grande di quella degli uomini. Ho trovato che Dio esiste ed è amore, fedeltà, gioia, certezza, fino alla consumazione dei secoli...". Il mondo di Benedetta, il suo mondo interiore, affascina quelli che la vanno sempre più spesso a trovare. I suoi pensieri, "dettati" alla madre, sono come perle di luce che, riflettendo Dio nella sua anima, affacciano su di un abisso vertiginoso, una dimensione "altra", intraducibile, che ha il sapore dell'eterno. Frammenti d'interiorità che, consegnati ai suoi testi oggi tradotti in tutto il mondo, hanno incendiato il cuore di tanti, sacerdoti e artisti, medici, scrittori, ammalati e detenuti, tutti conquistati dal suo messaggio semplice e commovente: abbandonarsi a Dio totalmente e godere della gioia che nasce da questo abbandono. "Tutta la vita di Benedetta - afferma don Divo Barsotti - sembra più o meno coscientemente modellarsi sulla Vergine, ritta, sulla montagna, ai piedi della Croce". Bisogna infatti guardare al suo rapporto con Maria per riuscire a comprendere il suo singolare cammino di fede e di santità. Maria le è maestra: alla scuola del Calvario come a quella del Magnificat. "Il dolore è stare con la Madonna ai piedi della Croce", lei dice. "Prego molto la Madonna. Lei conosce cosa sia soffrire in silenzio... Nelle prove mi raccomando alla Madre che ha vissuto prove e durezze le più forti, perché riesca a scuotermi e a generare dentro il mio cuore il suo figlio così vivo e vero come lo è stato per Lei". La prima volta andò a Lourdes per chiedere di guarire, la seconda volta per pregare per gli altri, perché, come diceva lei, "la carità è abitare negli altri". "La Madonna - confesserà poi al ritorno - mi ha ripagato di quello che non possiedo più...". Ha ottenuto infatti la cosa per lei più importante: la guarigione interiore. Un'esperienza così trasfigurante che le farà affermare: "La vera gioia passa per la Croce. Mi piace dire ai sofferenti, agli ammalati che se noi saremo umili e docili, il Signore farà di noi grandi cose...". E il giorno dell'Incontro si avvicina. La mattina del 23 gennaio 1964, memoria dello Sposalizio della Vergine, una rosa bianca fiorisce, fuori stagione, in giardino. Quando lo sa, Benedetta dice: "E' un dolce segno". Solo due mesi prima, infatti, aveva sognato di entrare in un cimitero di Romagna e di aver trovato in una tomba aperta una rosa bianca da cui emanava una luce abbagliante. Benedetta moriva e una rosa quel giorno sbocciava, fuori tempo, nel suo giardino. Aveva detto: "Fra poco io non sarò più che un nome; ma il mio spirito vivrà, qui fra i miei, fra chi soffre, e non avrò neppure io sofferto invano."
Torna all'inizio della Pagina

lava12
piccoloscrittore già più grande


377 Messaggi

Inserito il - 22/05/2006 :  14:03:58  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
"Io penso che cosa meravigliosa è la vita anche nei suoi aspetti più terribili;
e la mia anima è piena di gratitudine e di amore verso Dio per questo."
Benedetta Bianchi Porro.


Vi invito a riflettere sulla personalità di questa donna, una donna meravigliosa che mi ha fatto conoscere l'amore di Dio.
Torna all'inizio della Pagina

Heven
piccoloscrittore già più grande


449 Messaggi

Inserito il - 04/06/2006 :  11:32:13  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ieri sono stata all'incontro dei movimenti con il Papa...
E' stato a dir poco fantastico!
Mi hanno colpito in particolare le parole del Papa, che parlava della pentecoste e dello Spirito Santo.
Eravamo in più di 1000 da tutto il mondo.
Non vi dico cos'è stato prendere la metropolitana ed arrivare in piazza S.Pietro: un suicidio!
Ma ne è valsa la pena.
Per Matt: Sai che ieri ho visto anche il cartellone di Jesi!!! Volevo vedere se c'erano ragazzini lì in mezzo, ma la folla mi ha trascinata via...
Sob!
Beh, è tutto.
Ciao Heaven.
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 12/02/2007 :  19:05:37  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Tirando sù questa discussione,vi do qualche notizia....
Ho preso una decisione:quando mi sarà possibile farlo,mi battezzerò per essere a tutti gli effetti Evangelista.
E' da un bel po' che l'ho presa,però ho deciso di dirvelo solo ora...
Però c'è sempre quel motivo che mi picchia in testa:qui in Campania,gli Evangelisti non hanno vita facile...c'è chi li apprezza e chi invece li odia,purtroppo...Quando ho detto a scuola di questo fatto,un altro po' mi hanno discriminato tipo loro fossero i Tedeschi e io l'Ebrea di turno...
I giovani d'oggi qui vanno contro ogni etica religiosa e sottolineo QUALSIASI.Prima bestemmiano per ogni cosa e poi quando devono fare le verifiche in classe si portano i santini e se li baciano,ma che schifo...
Allora,vi do qualche altro mio parere:
-Specifico meglio il fatto che non si adorano i Santi:al giorno d'oggi si pregano più i santi che Dio,il che è una cosa intollerabile!
Padre Pio è stato fatto santo perchè era simile a Gesù? Ma si dovrebbe pregare Gesù no Padre Pio!
-Niente simboli.Non c'è bisogno di statue e croci per pregare Dio e poi è scritto persino nella Bibbia che l'uomo non deve crearsi nè idoli nè statue!
-Una delle affermazioni che mi danno più fastidio:"Il Papa è infallibile",ma quando mai si è sentito che un uomo è infallibile!Solo Dio è infallibile!
Una delle cose che più apprezzo nella fede Evangelica è che,come norma,si deve arrivare vergini fino al matrimonio.Questa norma c'era anche nella religione cattolica,ma adesso da loro è tollerato anche arrivare alle nozze con il pancione davanti...
E un'ultima cosa:quando avevo circa 9-10 anni,mi andai a confessare e mi successe una cosa un po' traumatica,ma meglio non raccontarlo.
Roby19,the pensive girl is here!
Torna all'inizio della Pagina

admin
Forum Admin


846 Messaggi

Inserito il - 13/02/2007 :  12:49:42  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Scusa, Roby:
tu sai se c'è una differenza tra Evangelista e Protestante?
A leggere le tue spiegazioni, non mi pare. Ma è meglio chiedere, quando sono stato in America e in Inghilterra ho visto una profusione incredibile di sette religiose tutte legate, in qualche modo, al cattolicesimo ma soprattutto al protestantesimo, e ciascuna aveva qualche differenza dall'altra e un nome diverso.
Mia madre è cattolica, mio padre è nato protestante, ha studiato telologia a Basilea e ha cambiato, più tradi nella sua vita, due volte religione (senza però mai essere fervente o tediare gli altri con lunghe discussioni, anzi, non ne parlava mai). Così ho avuto la fortuna di vedere la religione non come qualcosa di incambiabile, fisso, che non si tocca ma che si subisce, piuttosto come una ricerca che ciascuno ha il diritto di fare.
E anche se non ho mai avuto il tempo per approfondire, devo dire che ho trovato alcune antiche religioni, soprattutto in Asia e nell'Oriente, che mi convincevano di più del cattolicesimo.
Una religione che dichiara che gli animali sono senza anima, francamente, mi convince per niente.
L'uomo vale di più di un animale? E' una domanda tremendamente difficile da rispondere. Un cattolico dovrebbe rispondere con un "sì", perché l'uomo è il massimo del creato da Dio, creato a sua immagine.
Ma se penso che l'uomo ha vinto, durante milioni di anni, sulle altre razze di questo pianeta semplicemente perché ha saputo geneticamente adattarsi meglio, non riesco a vedere un disegno di un Dio misterioso, ma piuttosto una casualità.
Non so, è un assurdo, ma allora sarei portato a vedere il mio capufficio giustificatamente come mio superiore (come infatti si chiama in italiano), mentre sappiamo benissimo che succede spesso che un capufficio sia, sotto l'aspetto di civiltà, umanità, senso civico, spesso peggio di una semplice donna di pulizia o una commessa di un negozio.
Ma mi sto perdendo. Ragazzi, è un tema spinoso.
Sono conscio che un giorno morirò. L'ho capito quando ero piccolo, è normale scoprirlo quando si sta per andare a scuola. Rendersi conto che abbiamo solo un numero imprecisato, ma relativamente piccolo di anni su questo pianeta, mi serve per vedermi come minuscolo esserino tra miliardi di altri esserini, come una formica dentro il formicaio. Non mi va di prendermi troppo sul serio. Posso fare con la massima serietà le cose che faccio mentre vivo, ma calpestare gli altri, dimenticarmi che sono solo un essere vivente, non serve molto a migliorare il mondo. Meglio fare bene quello che si fa mentre ci siamo...
Che ne pensate?
Georg
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 13/02/2007 :  18:32:35  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ci sono delle diferenze,anche se proprio minime,poichè l'evangelismo è una diramazione del protestantesimo,come il calvinismo ecc....
Allora:
-Il protestantesimo dice che "La salvezza dell'anima è gia decisa da Dio",detto concetto della Predestinazione.Diciamo che su questo punto l'Evangelismo è d'accordo con il Cattolicesimo.
-Per i protestanti i Sacramenti sono:Battesimo ed Eucarestia(anche se la procedura è diversa dal Cattolicesimo).Invece,da noi sono Battesimo e Matrimonio,beh,c'è anche una sottospecie di Eucarestia,ma si fa una-due volte all'anno e si chiama Santa Cena.
Per il resto credo siano perfettamente concordi.
Roby19,the pensive girl is here!

Modificato da - roby19 in data 13/02/2007 18:35:43
Torna all'inizio della Pagina

Sk8tergirlina
piccoloscrittore impegnato


64 Messaggi

Inserito il - 15/02/2007 :  15:47:13  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Siamo un popolo democratico ogniuno è libero di esclamare ciò che vuole (SENZA OFFENDERE GLI ALTRI)e poi la mia prof dice che:La mia libertà finisce quando incomincia quella degli altri.
Io poi sono Atea e quindi non esclamo niente.....solo quello che vedo

Modificato da - Sk8tergirlina in data 15/02/2007 15:55:05
Torna all'inizio della Pagina

eu96
Capo tra i piccoliscrittori


822 Messaggi

Inserito il - 10/04/2007 :  16:08:58  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">citazione:<hr height="1" noshade id="quote">Messaggio inserito da roby19

Dio è infallibile!
[/quote]

No Roby, Dio non è infallibile, infatti Dio non può tutto, Dio non può costringerci a dire di si a quello che lui ci chiede. Me l'ha detto il capo dei ministranti, i ministranti sono dei ragazzini, maschi e femmine, che servono sull'altare, io la faccio e ne sono molto contenta, è ha veramente ragione, Dio non è infallibile!
Comunque, io sono Cristiano a tutti gli effetti, credo in Dio, al Papa, a Maria ecc...e comunque sono d'accordo sul fatto che Papa Giovanni Paolo secondo sia stato un grandissimo uomo!

Modificato da - eu96 in data 10/04/2007 16:10:40
Torna all'inizio della Pagina

smile98
Capo tra i piccoliscrittori


756 Messaggi

Inserito il - 10/04/2007 :  18:17:41  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
citazione:
Messaggio inserito da Matt 75

Volevo dire un'altra cosa: Molto spesso, si sente dire di chi abbia ragione sul fatto della creazione tra la scienza e la religione.



la nostra maestra di religione e quella di scienze, ci hanno spiegato che la scienza dice COME e la religione PERCHE'. Io non sono d'accordo. O è stata la scienza, o la religione. O forse sono troppo piccola per dire già un opinione su un argomento di cui trattano molto gli adulti o i più grandi di me???
Un'altra cosa... molta gente pensa: <<eh, ma Dio Nostro Signore da dove è nato???>>. Secondo me, chi ha fede non si pone domande.
Crede e basta.
Punto.
Perché il credere in una cosa, vuol dire pensare che esiste.
Senza chiedere, ci crede e allora pensa che Dio è con noi, esiste, ecc.
Cioè... e come se io dicessi: << si, ti credo, in bocca hai la cioccolata. MA dove l'hai presa?>> capite? E' un modo per intendere che non ci credi proprio veramente veramente, non sei sicura di quello in cui credi.
E quindi è inutile credere.
O sei solo curiosa.
Anche io mi lascio andare con le domande spesso.
Ma è nella natura dell'uomo porsi domande a cui nessuno può darsi risposta.
Sull'argomento papa, io credo che il papa Giovanni Paolo || sia stato fantastico, veramente un uomo da urlo. Moooooooooooooolto... perfetto! Ma c'è mai stato un papa... nero?????????? Credo di no.
Penso che si sia capito che sono Cristiana.

IO vado alla messa dei bambini, alle 9.30 e mi diverto un kasino!!! Si balla e si canta, si fa di tutto e pensi, tra un po' . che non sei più in Chiesa.
Perché, in questa discussione, non apriamo una serie di commenti sul libro o film, insomma, sulla storia di Dan Brown " il codice Da Vinci"??? All'inizio i mieio non me lo volevano far vedere perché credevano che avrei avuto dubbi sulla mia religione e avessi voluto cambiarla, o addirittura diventare Atea. Ma alla fine, anche se non tutto, ho visto quel dannato film. So che sono solo fantasie, quelle di Dan Brown, ma in un primo momento ci ho creduto. E ho rovinato tutta la mia religione.
I miei volevano fare una cosa giusta, perché adesso ho delle insicurezze su Cristo. Che si sia sposato con Maria Maddalena??? Bhò. Solo Dio lo sa!!!

Sono d'accordo con Eu. Dio può fare tutto, ma non comandare i nostri sentimenti o dirci cosa fare. Nel senso che siamo noi i responsabili delle nostre azioni, che derivano sempre da qualche emozione, anche se non ce ne accorgiamo. E quelle sensazioni che ci portano a fare qualcosa, non sono comandate da Dio.

E ricordate: A TUTTO C'E' UNA SPIEGAZIONE.
Smile98... un po' intontita e stralunata dalle sue strambe opinioni.
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 10/04/2007 :  18:48:48  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Bah, io sinceramente sono arrivato ad un'età (come altri normalissimi ragazzi) in cui ci si comincia a fare domande sulla religione.
E' incredibile, e magari troverete la mia idea sbagliata, ma mi sento più vicino a Dio solo quando ne ho davvero bisogno, e non quotidiniamente.
Odio certe regole della Chiesa, non sono d'accordo con le leggi dei gay, e già questo ideale mi fa girare le scatole perché questa gente ci nasce omosessuale non ci diventa; secondo, se Dio ha creato uomo e donna perché i preti non si possono sposare? E se allora dovessimo essere tutti preti, la riproduzione come sarebbe?
Per quanto riguarda il Codice Da Vinci ho letto solo il libro, e lo trovo splendido, Dan è stato bravissimo a mettere pezzi di vero con fantasie senza farlo notare troppo, ed ammiro anche il suo coraggio, perché certamente sapeva che il suo libro sarebbe stato al centro delle polemiche.
Mi fanno girare le scatole anche certi comportamenti della Chiesa di oggi, che anche se in maniera diversa in confronto a 1000 anni fa,cercacomunquedi inculcare il cristianesimo un po' a tutti.
Mi fa girare le scatole il comportamento di tutti quegli idioti kamikaze che si fanno saltare in aria uccidendo altra gente innocente.
Mi fa girare le scatole il comportamento di molti musulmani qui in Italia, che fanno quel che cavolo vogliono senza che nessuno dica loro niente.
Mi fanno girare le scatole i comportamenti delle religioni "padrone del giro" e ammiro tantissimo i buddhisti o induisti, o anche altre religioni considerate "minori" che se ne stanno per i fatti loro.
Comunque sono cattolico, e non dico che mi fa schifo la mia religione, ammiro molto i suoi ideali e ne vado fiero, ma qualche considerazione di chi ci sta sopra al giorno nostro ecco, quello mi fa schifo.
Torna all'inizio della Pagina

smile98
Capo tra i piccoliscrittori


756 Messaggi

Inserito il - 10/04/2007 :  19:52:48  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Quoto pienamente.
Torna all'inizio della Pagina

Georg Maag
Georg


1479 Messaggi

Inserito il - 10/04/2007 :  19:55:55  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Comunque diventare Ateo non è qualcosa di cui vergognarsi. Anzi, si può essere Atei ed essere persone estremamente buone, che possiedono una moralità propria saldissima.

E chiedersi il "perché" delle cose può portare in due direzioni:
la religione - dove devi credere, e basta, dunque si tratta di un perché che si esaurisce in se stesso;
la filosofia - dove per ogni perché aperto ne trovi altri dieci che ne seguono.
Georg
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 10/04/2007 :  20:25:47  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Già...
Comunque io a volte moi rirovo ad ammirare le persone atee, che spesso vengono indicate come "infedeli" o "ignoranti".
Comunque, aprendo una parentesi Georg, al 70% a Perugia vedrai il famoso segnale segreto di ricnoscimento dei piccoli scrittori applicato da un perfetto sconosciuto.... uhm...
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 12/04/2007 :  21:49:08  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Dio non è infallibile


Calma....perchè non dovrebbe esserlo?
Sono un po' perplessa...perchè io ho avuto inizialmente una educazione di tipo cattolico...e sapevo che considerava Dio infallibile...comunque sia per voi,per noi evangelisti lo è di sicuro.
Innanzitutto...per noi è certo che Dio può tutto!
E' il Creatore di tutto e può manovrarlo a suo piacimento e per questo il nostro mondo è sotto il suo pieno controllo...giusto?
Non credi che la tua fede sarebbe insensata se credi a qualcosa a cui puoi chiedere aiuto per tutto?
Comunque ti consiglio di chiedere a persona che ne sanno di più di sti ragazzini,rivolgiti al prete,per esempio...penso che sarebbe molto felice di vedere che i suoi parrocchiani sono interessati alla propria fede!
Poi,per quanto riguarda la frase "Dio non può costringerci a dire di si a quello che lui ci chiede."...allora,almeno per noi poi non so voi,Dio è un Dio d'amore.Ci ha creati lui e ci ama in un modo sproporzionato,per cui lui non può volere del male per noi.Il fatto di essere costretto (?) a dire di sì...dipende,Dio può chiedere di,per esempio,portare la Parola ad altre persone:se veramente sei devoto e fedele a Lui non puoi di certo rifiutare,non trovi? Se poi non ci riesci non ci riesci punto e basta.
Tutto chiaro? Spero di sì
Roby19, the pensive girl

Modificato da - roby19 in data 13/04/2007 15:45:21
Torna all'inizio della Pagina

Georg Maag
Georg


1479 Messaggi

Inserito il - 13/04/2007 :  09:00:29  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Non penso che chiedere al proprio prete sia una soluzione ai vostri quesiti, o almeno lo sarebbe soltanto parziale.
Sarebbe - rischio un po' con questa similitudine! - come chiedere ad un gelataio se il suo gelato è buono. O come chiedere al proprio meccanico se non è ora di cambiare la cinghia della trasmissione della macchina... Risponderebbero al 99,9% di sì, perché a loro conviene dire di sì.
(Poi, per carità, sono certo che il prete sarebbe contento, ma questo è un altro discorso, che non c'entra con una ricerca della verità.)
Forse chiedere a più preti o sacerdoti di più religioni sarebbe una via più ragionevole per giungere a risposte veritiere, e soprattutto servirebbe a capire le differenze.
Ma sarebbe sempre una risposta "di parte", come spiegavo nel mio post poco sopra.
Nel mio libro "Pensare un mondo" ci sono i primi tre capitoli che raccontano come i filosofi di 2000 e più anni fa tentavano di spiegare le grandi domande (che, in parte, esistono ancora oggi, mentre altre risposte ci sono giunte nel passare degli secoli grazie alla scienza, alla ricerca). Ci sono idee meravigliose, gustose da leggere, buffe, folli, geniali. Tra tutte, trovo che la tesi degli Atomisti sia di una bellezza strepitosa.

Georg
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 21/11/2007 :  21:49:02  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Direi che oramai sono quasi diventato ateo... Cioè, finirò e farò la cresima, per carità, ma sono quasi arrivato al punto di prendere una decisione. Ho libertà di pensiero e il mio pensiero voglio dire.
Non riesco proprio a capirlo. Non riesco proprio a capire come sia possibile che se lassù c'è un Dio che ci ama tanto come può permettere tutti i casini nel mondo. Dove era Dio quando quei poveri ebrei nella seconda guerra mondiale venivano massacrati? Dove era Dio quando Tommaso Onofri, che aveva sì e no 18 mesi, veniva catturato ed ucciso da un gruppo di rapitori uno più idiota dell'altro? E poi... Quel benedetto Gesù Cristo era sceso in terra per la pace, ma tutte le guerre che la Chiesa fece ai cosiddetti eretici? Le sculture pagane distrutte perché "infedeli"? Il non potere esprimere il proprio pensiero liberamente in un periodo in cui i musulmani venivano ammazzati? Dove era Dio? Dove è Dio? Chi è Dio? Perché io non posso pormi domande sulla sua esistenza? Perché una domanda come "Come fece Gesù cristo a resuscitare?" non me la posso fare? Perché devo accettare il fatto che non c'è una risposta? No, io non ci sto, e per niente.
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 22/11/2007 :  18:41:03  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ultimamente ci rifletto anch'io,Matt.
Si chiama "Lotta Spirituale".
Mia madre ormai mi opprime e mi costringe a seguire l'Evangelismo.
Lei dice che non è così,però quando vede una mia qualche mancanza vedo la delusione nei suoi occhi...
Mio padre si sta integrando alla grande.
Io no,anche perchè la maggior parte dei ragazzi della chiesa ascoltano quei cantanti napoletani,vestono alla moda ecc...
E sono degli ipocriti.
Perchè se la nostra religione dice che che non si deve dare peso alle ricchezze e non cadere nel materialismo...
Perciò mi viene spontaneo avere poco beneficio.
E poi,essendo tutti di quel "ramo" non trovo persone che abbiano i miei problemi in quanto "metallare","dark" ecc...
Mia madre crede che sia indemoniata un altro po'...
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 22/11/2007 :  19:21:44  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ultimamente ho notato poi che la messa è diventata più un modo per mostrare il paio di scarpe nuove piuttosto che una cena con il Signore, ammesso che esista.
E comunque, mi stupisco come un'evangelista riesca a ragionare. Senza offesa, ho visto gli evangelisti sempre gente con un tipo di cultura un po' troppo campata sulle illsuioni, troppo succube. E invece mi sbaglio, perché anche un'evangelista come te (so benissimo che voi evangelisti siete molto attaccatia alla religione) possa iniziare a porsi queste domande.
Roby, complimenti.
Ho conosciuto evangelisti che mi hanno sempre visto come uno stupido, che sarebbe finito a bruciare nel fuoco eterno dell'inferno, come un infedele che non si meritava niente. E tu mi stupisci ancora una volta.
Roby, ascolta quello che ti dico: non pensare mai con la testa degli altri; se i tuoi genitori ti dicono di costringono a pensarla in un certo modo che a te non piace, non dar loro retta.
Lo so che suona male, perché so benissimo come voi evangelisti siate attaccati alla Bibbia, ed un comandamento recita "onora tuo padre e tua madre". Ma se tua madre ti costringe a seguire una cosa, parlane, e fa loro un bel discorsetto, un discorso che evidenzi come tu devi essere libera di scegliere.
I miei mi hanno sempre lasciato la libertà di scegliere: io ho scelto di finire un cammino iniziato, e poi di vedere cosa deciderò dopo.
Tu fa lo stesso.
Vai Roby, evangelista ribelle e in grado di pensare con la sua testa senza aiuto degli altri
E festeggio i miei 2000 messaggi con un post serio che mi fa pensare a quanto ero piccolo quando venni qui per la prima volta...
Torna all'inizio della Pagina

Georg Maag
Georg


1479 Messaggi

Inserito il - 22/11/2007 :  22:31:31  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
E' bello vedervi crescere!
Grazie Matt per il 2000. post.

Georg
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 23/11/2007 :  19:46:35  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Grazie Gorg! Oramai posso dire di essere uno dei pochissimi veterani che postano con regolarità, se non l'unico Ma non montiamoci troppo la testa
E comunque ho preso una decisione: per vedere se troverò le risposte che cerco e per dire "Io l'ho provato" inizierò a leggere la Bibbia.
Voglio proprio vedere se questo mi farà recuperare la fede o mi confermerà che quello che vi è scritto lì dentro sono solo un mucchio di stupidaggini.
E comunque, voglio fare una domanda a Georg: in cosa credi? O in cosa non credi?
Torna all'inizio della Pagina

saraskay
piccoloscrittore già più grande


316 Messaggi

Inserito il - 23/11/2007 :  22:47:13  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Mattia, secondo te chi ti ha creato,... ha, si molecole si sono messe insieme ed hanno formato la terra, terra, acqua...acqua= vita eccc ecc fino a noi... troppe casualità messe insieme...
e poi, pensa te che ai una casa, un famiglia e PUOI ANDARE A SCUOLA... ed ora pensa ai bambini poveri nel mondo... che non hanno nulla tranne che la fede e non la perdono MAI...
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 24/11/2007 :  14:11:35  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Per carità, non tocco nulla al potere che ha la religione, ma è questo il punto: la fede a mio parere è solo un qualcosa che ti aiuta a superare le difficoltà. E' vero, c'è gente che presa dalla disperazione non sa più a chi affidarsi, li capisco benissimo.
Ma sono arrivato alla conclusione che per me non c'è nulla. E poi l'ipocrisia della Chiesa mi sta facendo schifo... Non so se conosci più o meno la storia della Bibbia... Nell'Antico Testamento si parla di un Dio che quasi "costringe" a seguire la sua fede e la sua parola obbligatoriamente. Nel Nuovo Testamento di colpo il Dio è diventato buono, ha mandato un inviato sulla Terra per portare pace ed amore.
Pace ed amore.
Si è visto dalle crociate quanta pace e amore abbia portato, infatti i musulmani ammazzati perché "infedeli" era quello che voleva Gesù Cristo vero? E tutti il tesoro del Vaticano? Gesù non era il simbolo dell'umiltà?
Poi vorrei chiarire un'altra cosa: l'Inferno ed i satanisti.
Okay, scordatevi quello che è successo nella provincia di varese qualche anno fa, quelli non sono satanisti, quelli sono imbecil*i.
Dunque, abbiamo sempre visto Satana come un essere malvagio, e questa convinzione ce l'ha messa in testa la Chiesa.
Primo: si dice che Satana sia stato raffigurato prendendo spunto da Phoe, il dio creatore di tutto pagano.
E come già sappiamo, paganesimo e cristianesimo non si sono mai potuti vedere.
Satana viene tanto disprezzato, ma in realtà mette in risalto l'Uomo nel suo essere.
Non dice che bisogna stare in astinenza da sesso, perchè tanto sa che è un istinto umano.
Dio ci impone di non far sesso prima del matrimonio se no è peccato capitale, ora dimmi chi è che rimane vergine prima di sposarsi.
I preti sono persone caste che pensano solo alla fede? Ma figuriamoci basta vedere gli ultimi fatti di cronaca! E poi ci ritroviamo un papa che invece che dare il buon esempio, va a firmare decreti sul fatto di nascondere le "scappatelle" dei nostri cari preti, propagatori di fede e speranza!
Se visto sotto un'altra prospettiva satana non è poi così malvagio... bisognerebbe preoccuparsi più della chiesa di tutte le malvagità e atrocità che hanno fatto in tutti questi secoli.
Ora, con questo discorso non voglio affatto incitare il satanismo perché per me non è una religione e i satanisti mi stanno davvero sui maroni. Ma è per fare il confronto, che tra cristiani e satanisti, non so dire chi abbia fatto più macelli.
Come si è formato il mondo? Credo che la scienza si stia spingendo sempre più avanti, e forse un giorno riuscirà a risolvere questi misteri. Ma non ti so rispondere.
E comunque mi sembra più credibile il fatto che ci sia stata questa grande esplosione la quale abbia creato tutto, piuttosto che un qualcuno che dice "Fiat Lux", "Sia la luce", e tutto compare.
Certo, leggendo "Angeli e Demoni" di Dan Brown ad un certo punto questo dubbio ti viene.
Il libro infatti dimostra che la scienza e la fede possono collaborare, perché anche se leggendolo tutto in una volta possa sembrare inverosimile, rileggendolo ci si accorge che tutto può essere.
Nel libro infatti, uno scienziato dimostra che la "Fiat Lux" è possibile, ma quello che impedisce al mondo di dimostrare che scienza e fede possono collaborare è l'orgoglio della Chiesa. La Chiesa non ci sta ad essere confermata dalla scienza, e mai ci starebbe. Perché la Chiesa, il cristianesimo, vuole che quello che dicono loro è giusto, quello che dice la scienza sono solo invenzioni, o roba inverosimile. Direi che si possono anche guardare allo specchio.
E poi un'ultima cosa: molto spesso si vede la persona atea o che non crede come la persona ignorante, che non merita di essere considerata, mentre la persona cristiana o che crede, quella giusta.

« Ti prego di essere sempre calmo e retto, corretto e coerente, sappia approfittare l'esperienza delle esperienze sofferte, non screditare tutto quello che ti dicono, cerca sempre la verità prima di parlare, e ricordati che non basta mai avere una prova per affrontare un ragionamento. Per essere certo in un ragionamento occorrono tre prove, e correttezza e coerenza. Vi benedica il Signore e vi protegga »

Sapete chi è che disse queste parole? Bernardo Provenzano.
E sapete chi è Bernardo Provenzano, vero?
Torna all'inizio della Pagina

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 26/11/2007 :  20:54:17  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Grazie Matt
Il fatto è che succedono troppe cose che mi fanno pensare.
Penso che all'inizio io abbia preso l'Evangelismo in modo troppo superficiale:l'ho accettato subito e senza chiarirmi con me stessa e i mei dubbi,poichè vedevo mia madre così felice e allegra.
Probabilmente ora mi sto rendendo conto che se voglio praticare una religione non devo fare un favore a niente e a nessuno,solo che mia madre non lo vuole capire perchè dice che sono cambiata.
Io sono sempre stata un'anima ribelle(Rock )ma purtroppo sempre succube di mia madre(ricordo ancora quando vedevo i video dei Linkin di nascosto ).
Perchè vederla sorridere mi rende soddisfatta,ma non posso per sempre sacrificarmi per un suo sorriso.
Perciò ora sto manifestando quello che è sempre stato il mio essere.
Mia madre dice che non ero così,che vestivo colorato,che sentivo canzoni leggere ecc.
Ma a 4,5,6...massimo 8 anni.
Perchè poi ho conosciuto i miei Linkin .
E che certe volte rifletto sulle cose e mi viene spontaneo incavolarmi.Perchè non penso che se Dio ci ama infinatamente succedano certe cose,sia nel mondo che a me nello specifico.
Io non voglio pensare con la testa d'altri Matt,solo che quei ragazzi hanno i loro problemi da tamarri e io ho i miei problemi da metallara,che,si sa,sono sempre più catastrofici e pesanti XD.
Loro hanno i problemi del trucco,i vestiti,i capelli (ma andassero a...ehm ) e io ho problemi più "spirituali".
So che sono terribilmente egocentrica (che è diverso da egoista )però mi sento più matura io a 13 anni che loro che ne hanno 15 se non di più.
Che il Rock and Roll sia con voi XD
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 29/11/2007 :  13:34:32  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Beh Roby, se ti dovesse capitare di affrontare questi discorsi con tua madre ti consiglierei di fargli presente una cosa:
"...Mia madre dice che non ero così,che vestivo colorato,che sentivo canzoni leggere ecc..."
Quello che ti chiederei di fargli presente è che queste modo di essere... Non è piùà adatto ad una ragazza di 13 anni! Posso capire tua madre, che nel vedere una figlia che cambia idea inaspettatamente ci può rimanere male.
Ma (senza offesa per tua madre o per te, so che sarà certamente una bravissima persona) il fatto è che gli evangelisti convinti, come suppongo sia tua madre e come eri tu prima, hanno questa tendenza a respingere ciò che non combacia con i loro ideali.
Certo, non in maniera violenta o altro, ma comunque tendono a respingerle un po', come faceva tua madre quando non voleva che tu ascoltassi i Linkin Park.
Ed è questo che mi fa arrabbiare.
Comunque ti faccio di nuovo i miei complimenti, perché così facendo non perdi la fede come potrebbe pensare tua madre... Così facendo apri gli occhi e vedi come è fatto il mondo.
Torna all'inizio della Pagina

Superpeppe
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2625 Messaggi

Inserito il - 30/11/2007 :  16:06:24  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Onestamente, non credo che la musica che si ascolta c'entri un caxxo con la Religione e il modo di pensare.
Vi anticipo che sono più o meno ateo/agnostico, ma adesso devo andare. Esporrò le mie opinioni a breve.
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 30/11/2007 :  19:20:42  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Cioè... O sei ateo o sei agnostico! Un agnostico e colui che pensa che certe domande non avranno mai risposte, perché la mente umana non può arrivarci, gli atei invece, lottano per trovare un senso logico a tutto!
Comunque attendo le tue opinioni per capire meglio il tuo punto di vista.
Comunque oramai posso dire di essere ateo. Per carità, farò la cresima e tutto per non deludere i miei genitori, farò quel che mi chiede "Il Cristo nostro signore" ma poi basta.
Mi prendo la responsabilità di dire "io non credo", punto. Sono un essere umano anarchico, più che un credente, e se ci sarà qualcosa in cui crederò, beh... Crederò solo in me stesso.
Come disse un mio amico: "Credo negli uomini, non negli déi".
Torna all'inizio della Pagina

adele
Gran Capo tra i piccoliscrittori


1350 Messaggi

Inserito il - 13/09/2008 :  21:36:06  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Allora... ho letto questa discussione da cima a fondo.
Io sono cristiana cattolica.
Credo fermamente in Dio, e credo, come dice Roby, che lui sia infallibile, perchè ci ama troppo per volerci fare del male.
La mia storia con la religione è una cosa un pò particolare... adesso ve la racconterò e spero di farvi capire perchè sono arrivata fermamente a credere che "le strade del Signore sono infinite".

Ho fatto la comunione e ho fatto la cresima senza veramente credere in nulla di quello che dicevo.
Andavo a messa perchè dopo c'era il catechismo. Quando dicevo le preghiere (se le dicevo, una volta ogni mille anni, in chiesa) le dicevo meccanicamente, pensando nella mia testa a qualunque cosa tranen che a quello che volevo dire.
Alle lezioni di religione, a scuola, ero quella polemica, l'atea di turno.
Si, posso dire che ero veramente atea, non credevo in niente, avevo in corpo molta rabbia e molta indignazione verso tutte le religioni, specie verso la mia.Ho fatto lo stesso percorso di Matt, ma al contrario.
Poi, un giorno, l'anno scorso (un giorno di settembre) dovevo scrivere una storia per un concorso. E, non so come, è uscita fuori una storia su un angelo.
Da quel momento ho scritto solo cose sugli angeli (continuo tutt'ora). E quindi mi sono interessata a quel fantastico mondo.
Piano piano, attraverso gli Angeli, sono arrivata a scoprire la religione. Piano piano, tutta quella rabbia che avevo in corpo è stata sostituita dalla dolce consapevolezza di avere qualcosa di VERO in cui credere, qualcosa che dava delle risposte alle domande che mi ponevo (ad alcune, almeno). Poi ho capito. Ho capito che se credi, le domande non hanno fondamento. Dio vuole che tu ti ponga domande, ma la risposta non è alla tua portata, non vuole farti impazzire.
Alla fin fine, se credi, credi e basta.

Da lì, con la timidezza e la vergogna di chi si affaccia alla porta della religione che da sempre diceva di professare senza crederci, ho cominciato a leggere la Bibbia. E' meravigliosa. Stupenda. Specie la genesi e l'apocalisse... sono stupende.
Poi ho cominciato a pregare, a scoprire nuove preghiere. Sono bellissime. Ci sono preghiere veramente meravigliose (cercate su Google la "coroncina all'angelo custode"... è poesia pura).

ma, se posso essere sincera... Dio non lo prego quasi mai.
Cioè, oddio, lo amo, lo amo più di me stessa, lo amo perchè mi ha dato la vita e perchè nella MIA vita mi ha dato delle prove dure da sopportare che adesso mi fanno essere quella che sono cioè quella che voglio realmente essere (andate sulla discussione delle autobiografie e capirete. Però, anche se infinitamente amorevole, per me Dio è una figura troppo "alta" per arrivare a lui. Cioè, quando prego... mi riesce difficile mettermi in contatto con lui. Così, in genere, prego sempre i miei primi amori: GLI ANGELI.
Loro sono gli intermediari fra l'uomo e dio.
Loro... mi amano. E io amo loro.
E, ve lo giuro, anche se fa paura ve lo voglio raccontare.
Credo così fermamente che quando prego gli Angeli, dopo le solite preghiere mi metto a parlare con loro (mentalmente, sempre mentalmente perchè per me è qualcosa di troppo intimo), di tutto. E... loro rispondono.
Cioè, non è che mi vengono i deliri come i sensitivi o sento le voci o che so io. Ma... rispondono.
E' una risposta più intima, qualcosa che si muove nel cuore, che si agita sotto la pelle...
E cerco di convincere a credere (anche se derisa) anche i miei amici. Ma, attenzione, non come una costrizione, più che altro come un... invito. Un consiglio da amica.
Credere, in generale. Non nella mia religione, in una qualcunque religione, perchè per me è stato il puro compimento di tutta la rabbia e l'insoddisfazione che avevo in corpo, un qualcosa che mi aiuta a sentirmi meglio, a liberarmi di ciò che ritengo "troppo" da sopportare.
Non vado a Messa, ma non perchè è un rito meccanizzato o che so io. Quanto perchè credo che la fede sia qualcosa di più intimo. Qualche volta, invece, vado in Chiesa da sola, mi siedo e prego.
QUELLO, per me, è PROFESSARE LA MIA FEDE.
E non discrimino nessuno, ma credo nella mia fede e la ritengo la cosa migliore che mi potesse succedere.

Per questo credo che Dio sia infallibile. Perchè io sono testarda e credo nelle mie convinzioni, e se è riuscito a farmi prendere la strada della fede deve essere veramente un dio amorevole che ha voluto farmi del bene dopo le tante prove che mi ha fatto affrontare.

Adele
Torna all'inizio della Pagina

adele
Gran Capo tra i piccoliscrittori


1350 Messaggi

Inserito il - 14/09/2008 :  21:12:09  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
citazione:
Messaggio inserito da roby19
[
Io non voglio pensare con la testa d'altri Matt,solo che quei ragazzi hanno i loro problemi da tamarri e io ho i miei problemi da metallara,che,si sa,sono sempre più catastrofici e pesanti XD.



POI SIAMO NOI CHE DISCRIMINIAMO??
CHI CAXXO TI DICE CHE ANCHE NOI "NON METALLARI" E "TAMARRI" NON ABBIAMO I NOSTRI PROBLEMI SPIRITUALI??

BIMBETTA MIA, VEDI DI FARE UN Pò MENO LA STRONXETTA E VATTI U Pò A LEGGERE QUELLO CHE HO SCRITTO IO NELLA DISCUSSIONE SULLE AUTOBIOGRAFIE NONCHè LA DISCUSSIONE SULLA MODA...

MA GUARDA UN Pò QUESTA...

Adele
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini. © 2003 Georg Maag Torna all'inizio della Pagina
Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03