il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini.
il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini.
Home | Profilo | Registrati | Discussioni Attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Forum dei bambini
 "21", libro su bambini con la sindrome di Down
 Maltrattamenti nei confronti dei disabili: perchè?
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

eu96
Capo tra i piccoliscrittori


822 Messaggi

Inserito il - 12/02/2007 :  19:35:00  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Spesso al telegiornale sentiamo delle notizie molto brutte fra cui quelle dei maltrattamenti nei confronti dei disabili o di persone in carrozzina.
In questa discussione potete scrivere tutto quello che vi passa per la testa quando sentite queste notizie. Potete scrivere racconti, frasi e vostri pensieri, tutto è accettato su questo argomento.

Io penso che le persone che picchiano i disabili siano veramente malvagie e ignobili perchè non sanno quanto soffrono i down.
Sono d'accordo con il preside di una scuola media dove è accaduta una cosa del genere, due ragazzi hanno picchiato un disabile per giunta in carrozzina. Questo intelligentissimo preside ha sospeso i due ragazzi e gli ha fatti stare giorni sulla carrozzella per vedere come ci si sente a non potersi muovere.

Se ritenete inutile questa discussione la cancello.

Vi prego, rispondetemi!


Modificato da - eu96 in Data 13/02/2007 17:35:45

Tillin@
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2838 Messaggi

Inserito il - 13/02/2007 :  18:35:46  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Io non ho mai visto ne ho mai "maltrattato" un 'diversamente abile', secondo me non solo è da insensibili ma da immaturi.
Sono persone come noi, solo con qualche disabilità appunto.
Il Preside della scuola di cui hai parlato ha fatto bene a spospenderli e a punirli, ma chiedo solo una cosa...I genitori hanno quindi acconsentito la punizione del metterli in una carrozzina per due giorni?
Beh, comunque se lo meritano.
Perchè se fa male ad una persona(anche a me)esser presi in giro, figurati a loro, loro che forse sono un po' più deboli e non riescono a difendersi.
Non è una discussione inutile a parer mio.
Anzi, voglio sapere cosa ne pensano gli altri di questi maltrattamenti ingiusti.

Tilly
Torna all'inizio della Pagina

eu96
Capo tra i piccoliscrittori


822 Messaggi

Inserito il - 13/02/2007 :  18:48:35  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Tilli, non so risponderti, ma credo che i genitori siano stati d'accordo col preside. Non potevano dar ragione ai loro figli.
Hanno fatto una cosa gravissima!
E comunque grazie per avermi risposto! Anche io la penso come te!
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 13/02/2007 :  19:23:12  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Perché in questa società di cani ci sono tantissimi imbecilli, ecco perché!
Farei diventare quei ragazzi che menano i diversamente abili, down a suon di botte, almeno capiscono cosa significa...
Quei maledetti bastardi meritano soltanto di essere bastonati finché non capiscono che hanno fatto!
E comunque, tornando in tema, queste cose succedono perché in questo Paese schifoso ognuno può fare quello che vuole, ognuno è ribelle.
Esempio sui casini di Catania: soltanto il fatto che abbiano potuto uccidere un poliziotto testimonia come siamo messi bene...
Maledetti, maledetti tutti questi supidi idioti, che non capiscono niente, razzisti del cavolo, incapaci di pensare con la loro testa e incapaci di ragionare, sono soltanto animali.
Giuro che se metto le mani su quelli che hanno menato quel ragazzo down li ammazzo con le mie mani.
Mi domando dove siamo andati a finire, gente che non capisce un cavolo, che non ha niente dentro la testa...
Come ha fatto quel preside, farei stare questa gente nelle stesse situazioni di questi ragazzi, metterli legati ad una sedia a rotelle per qualche mese, poi vediamo se capiscono...
mamma mia, sono solo schifato da questo schifo di Paese e da questo schifo di mondo, mi auguro che le cose cambino, "Homo sapiens sapiens" un corno, le scimmie ragionano meglio di noi (non metto in dubbio l'intelligenza delle scimmie, anzi), non siamo capaci di fermare questi stupidi...
L'uomo è sempre stato stupido, ma di questi tempi superiamo noi stessi, davvero, dobbiamo vergognarci, abbiamo superato il limite.
Per tutta una serie di buoni motivi.
Torna all'inizio della Pagina

eu96
Capo tra i piccoliscrittori


822 Messaggi

Inserito il - 13/02/2007 :  19:59:58  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Matt, grazie per avermi risposto.
Sono pienamente d'accordo con te, viviamo, ormai, in un paese dove non c'è più rispetto per gli altri!
Grazie ancora...
Eu96
Torna all'inizio della Pagina

smile98
Capo tra i piccoliscrittori


756 Messaggi

Inserito il - 20/04/2007 :  16:09:44  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Discussione veramente utile e giusta. Quoto con tutti... ricordate una cosa sola, questo più che altro per chi è cristiano: certa gente non si dovrebbe perdonare, dovremmo odiarla a morte, ma se si pente sinceramente col cuor, perdoniamola.
Io però non ci riesco. cioè, ve lo dico a voi, ma io proprio non ci riesco, anche perch évoi siete tutti un po' più maturi, e forse vi potrebbere riuscire meglio.
Non ci riesco, perché vedo l'immagine di un ragazzo in un corridoio di una scuola su una carozzina e ragazzi intorno che lo maltrattano, altri attorno a ridere e a dire "Vai! Vai! Picchialo!!!". No. Questo no. Un ragazzo down su una sedia, incollato lì come un vegetale, con sentimenti più grandi e complicati dei nostri, noi che pensiamo (o almeno qualcuno...) che sonoi nferiori, che sono bestie, mentre siamo noi le bestie.
No, non mi aspettavo dall' "homo sapiens sapiens" certe cose... cose così! E poi, davvero, noi sembriamo l'"homo erectus" ! Sembriamo qualcuno che non riesce a capire, non riesce a comprendere che ogni vita deve restare quieta, nel suo lettino caldo a far battere il cuore in Santa Pace, che tutti siamo uguali.
E qui si ritorna al discorso del razzismo.
Perché è quello.
E' quello che permette di realizzare le esperienze di giovani ragazzi, esperienze da non dimenticare, non belle, ma orride.
Cose strane succedono al cuore di un uomo, specialmente di un ragazzo.
Forse viene condizionato dai giorni d'oggi.
Su E-bay si vedono (a volte) video su questi maltrattamenti, ma tutto simulato! Altra gente pensa " wow, adesso lo faccio pur'io: è fichissimo!" ma invece loro lo fanno veramente.
E, secondo il mio parere, non si dovrebbe scherzare su queste cose.
Insomma, stiamo parlando di un piccolo danno, non del gelato al cioccolato. Non di un anello. Non di una semplice febbre. Non di una semplice tracheite.
Stiamo parlando dei 'disabili', che nel cuore sono molto più abili di noi.
Loro non hanno paura di piangere, di ridere, di dire ti voglio bene o non ti sopporto, lo dicono, lo pensano e lo fanno. Loro riescono, a volte, ad esprimersi meglio di noi.
E invece, le persone non lo riescono a capire. Ma scusate, scusatemi proprio, ma sono solo i bambini a criticare il mondo e a dire ciò che pensano? Sono solo loro che riescono a esporre le opinioni più giuste? O almeno quelli di questo forum.
Gente di...
In questo mondo.
Non è così? Per fortuna, c'è qualcuno che la pensa giustamente. Si. Credo proprio di si.
Un'ultima cosuccia: i ragazzi down, mi fanno tanta tenerezza e pena allo stesso tempo. E voi? A voi non sembra che siano così dolci? Sicuramente si, almeno in confronto alle altre persone, perché sono tutte perfide.
Non è vero? Almeno voi no.

Posso inserire una storia di un ragazzo down inventata da me? Grazie.
Smile, sfogo.
Torna all'inizio della Pagina

eu96
Capo tra i piccoliscrittori


822 Messaggi

Inserito il - 20/04/2007 :  19:15:47  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Certo che puoi!
Tutti possono!
Io trovo molto bravi e simpatici i ragazzini down, anche se a volte picchiano, ma non lo fanno apposta! Io vorrei che non ce ne fossero ragazzini down, mi dispiace moltissimo!
Torna all'inizio della Pagina

smile98
Capo tra i piccoliscrittori


756 Messaggi

Inserito il - 03/06/2007 :  11:32:49  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
LA CARROZZINA di Smile98

Quando il sole sorgeva, Leo pensava. Solo in quel momento della giornata, pensava a lui, e non agli altri. Era un ragazzo altruista, questo tutti lo sapevano.
Riflessivo.
Forse perché avevo il bisogno di capire e pensare meglio, di tutti gli altri ragazzini spensierati.
Forse perché lui doveva dire "Sì" alla sua vita, nonostante lui non la giudicasse vita, perché si gusta il vivere, anche in un mondo da schifo, si cerca di migliorarsi e di migliorarlo, si cerca di rendere tutto bello.
Ma per Leo non era possibile, Leo poteva solo immaginare, seduto su una stupida sedia a rotelle, su quella carrozzina. Carrozzina, si, carrozzina, lui era seduto su una di quelle, nere, cupe, che contribuivano alla sua tristezza, alla voglia di andare in un posto migliore.
Ed eccolo, a scuola, uno bravo, con la media dell'"OTTIMO", uno che sapeva leggere e scrivere alla perfezione.
Ed eccolo, nel corridoio, circondato da ragazzi di prima media, che si avvicinavano sghignazzanti a lui, che miravano alla sua pancia, alla sedia e al suo volto, molto carino, anche se rovinato da occhi neri, graffi e segni di pugni.
Si, prendevano sempre lui nella scuola, per pestare. E Leo sapeva perché, perché lo ritenevano inferiore, stupido, insomma uno da manicomio, uno debole a cui si poteva fare di tutto. A Leo dispiaceva.
Ed era dolorante, gli faceva male.
Ma male non sul corpo, ma nelle ferite del suo cuore.
Lui aveva pensato fin da piccolo che lo potevano accettare per quello che era, che potevano capire che era come tutti gli altri, solo con una differenza, piccola.
Ma per gli altri importante.
Un punto fondamentale per prenderlo di mira, si, proprio così.
Provò a mettersi nei panni dei bulletti, per capire PERCHE' lo facevano, ma riuscì soltanto a farsi anocra più triste, e a pensare che era sempre lui la vittima di ogni pestaggio.
Tutto il giorno aiutava e rifletteva per il bene degli altri, ma nessuno considerava questo suo aspetto.
nessuno, nemmeno i genitori,che gli riservavano lo stesso trattamento dei bulli.
La sua vita era uno schifo totale.
E non capiva perché non riusciva più a parlare come una volta con sincerità e schiettezza, ad esporre le sue opinioni, le sue idee... forse perché aveva paura.
Ma paura di che cosa?

- LEO!!! Vieni alla lavagna, fammi un operazione a piacere, piccolotto, forse una sottrazione?? Noooo, è troppo difficile! Fai 4+2!!! Su, ce la puoi fare... - diceva la maestra, Germy. Non aveva afferrato bene quando gli avevano presentato Leo, credeva che avesse qualche problema a ragionare.
Con i compagni, Leo diceva: "Bè, ne sono felice, almeno non mi faccio le cose normali... per me la scuola è una pacchia!".
Ma fingeva, e sapeva che prendeva ottimo solo perché quelle cose erano da prima elementare.
Lui voleva lavorare sodo come gli altri, lo voleva veramente.
Ma la sua stupida schifosa orrenda vita, non glielo permetteva.
Che schifo. Il mondo.

Neanche i rapporti familiari andavano bene, in casa McFly. Il padre di Leo, ogni tanto prendeva qualche spinello, la madre era un'alcolista, il fratellino... e la sorella una mezza prostituta.
Eh già.
Clayly, così si chiamava, la sorella di Leo, 23enne innocente, travolta dal liceo. Tutto partì lì. Gli "amici" la volevano portare a casa loro, lei credeva che fosse solo un drink, ma... quando i genitori lo vennero a sapere, la ignorarono così Clyly, ancora sotto shock, scappò di casa. Solo Leo sapeva dove si trovava. E si doveva guadagnare da vivere, Clyly.

La mamma, Sasha, picchiava inconsapevolmente i figli, il padre Erik lo stesso, li menava in qualunque momento. Per questo Leo e il fratellino di 5 anni Metty si nascondevano nella loro stanza chiudendo a chiave.
Il piccolo Metty, era proprio come Leo: isolato e incompreso.
Faceva schifo anche la famiglia, a Leo, lui non ha conosciuto mai amore e tenerezza, gliel'avevano strappato quando era ancora un piccolo pargolo abbandonato su un marciapiede, ancora con la traghetta dell'ospedale sulla tutina. La gente che lo trovava, rintracciava famiglie e lo portava alla sua leggittima casa.
Sasha, furiosa.
Erik, livido.
- Perché proprio a me te! Questa disgrazia! Io non ti voglio! - urlava la madre tra uno schiaffo e l'altro, quando Leo aveva 2 anni. Il papà diceva: - dobbiamo accettarlo... anche se non lo desideriamo... - e con un ultimo calcio arrivò l'ambulanza, chiamata da Clyly. E da lì, sedia a rotelle.
Gli assistenti sociali volevano portarlo via da quella famiglia, ma l'accusa non era abbastanza solida secondo il giudice.

Quando invece nacque Metty, Sasha ed Erik se lo tennero, chissà il perché. Non lo picchiarono fino ai 3 anni, a differenza di Leo, che, di nascosto, venne menato quando era ancora nella clinica, una settimana dopo la nascita, la madre era ubriaca fradicia, proprio non capiva che stava uccidendo un piccolissimo bambino.
Beato Metty, pensava a volte Leo.
Anche perché Metty, poteva fuggire, poteva correre, verso l'orizzonte.


Vi piace??? Non so, mi piace così, come finale, o la devo continuare??? Rispondete, please!
Torna all'inizio della Pagina

flora
Piccoloscrittore appena arrivato


7 Messaggi

Inserito il - 12/07/2007 :  00:30:49  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
complimenti per quello che hai scritto e per i complimenti ricevuti.
se ti dai da fare ti giuro che farai scritti anche più fantastici;
ma visto che ti conosco anche bene e siamo molto amiche ti dico una cosa che direi a tutti e che spero che stia andando cosi':
non scrivere le cose solo per passare il tempo o per metterle in mostra in questo sito, ma fallo per passione. ma sopratutto non fare le cose affrettate perchè vengono male, e poi deve essere una cosa che esce dal cuore. da una bambina che desidera di diventare poetessa; e poi mica te l' ho detto perchè secondo me fai così, non mi permetterei mai e poi era solo un consiglio da poeti.
Torna all'inizio della Pagina

smile98
Capo tra i piccoliscrittori


756 Messaggi

Inserito il - 14/07/2007 :  15:57:47  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
c-c-come mi c-coosci b-b-bene e siamo a-a-nche amiche-e-e...?????? Gh...
Torna all'inizio della Pagina

_Lilly_
piccolissimo scrittore


27 Messaggi

Inserito il - 30/07/2008 :  14:24:32  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
tutto ciò è insensibile.
Torna all'inizio della Pagina

scrittirì
piccolissimo scrittore


43 Messaggi

Inserito il - 04/08/2008 :  10:43:50  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
quella storia mi ha fatto emzionare.
e credo sia la realtà di tutti i bambini down
Torna all'inizio della Pagina

smile98
Capo tra i piccoliscrittori


756 Messaggi

Inserito il - 01/09/2008 :  13:56:36  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
bè... nella storia che ho scritto oltre alla difficoltosa situazione che deve affrontare Leo quotidianamente, credo di aver aggiunto delle complicazioni a dir poco inverosimili, una condizione familiare molto drammatica, e anch'io non riesco a credere che nel mondo certe famiglie vengano rovinate o si rovinino in tal modo... ma fortunatamente non tutte le famiglie con all'interno dei disabili sono così... fortunatamente qualche famiglia si prende cura delle persone che hanno qualche problemino, come Leo, che non può camminare... c'è chi accudice un ipotetico Leo; ma e' con sommo dipiacere che credo che nonostante in una famiglia ci sia l'affetto e la cura nei confronti dei disabili, c'è sempre il resto della società che riesce a rovinare tutto il duro lavoro che fanno i genitori per far sentire il loro figlio a suo agio, pur se diverso agli ochhi degli altri insensibili. Con le persone che ci sono al giorno d'oggi... e parlo io, che di tutto ciò ne so tantissimo. A scuola poi è ancora peggio... dagli sconociuti ti puoi aspettare al massimo delle occhiate stranite, ma dalle persone con cui parli o con cui anche un emplice rapporto sociale... bè, lì è diverso, cambia tutto. il bullismo nelle scuole nei confronti dei disabili oramai è sempre più diffuso.
Ed è questo il punto: il bambino, con dei compagni così, non riuscirà mai ad avere dei rapporti sociali normali... si entirà sempre più ecluso. D'accordo che dipende anche dalla sensibilità della persona, ma nella maggior parte dei casi è così. Ti fanno sentire brutto, diverso, inutile, insulso. C'è chi è sensibile a tal punto che una sola persona lo può far entrare in crisi. Ma c'è anche, per fortuna, chi è forte, e rieesce a superare gli ostacoli, riesce a capire che certa gente è solo stupida ed imbecil... C'è chi è bilanciato, e comunque si sente solo dopo che parecchi gruppetti lo fanno sentire male. Ed infine... c'è chi aiuta le persone con dei problemi, chi fa capire loro che gli altri non valgono nulla in confronto a loro, cercano di fare gli spavaldi, ma dentro, hannno più paura di loro! Perché sono solo dei vigliacchi, dei fifoni, dei bastardi... non voglio arrivare a parole che non sarebbe educato dire.
C'è chi rassicura Leo, c'è chi lo fa correreì, verso un nuovo orizzonte... un orrizzonte con una prospettiva dorata... una prospettiva di felicità, e non di isolazione, ma di tanti amici che lo credono come tutti gli altri. E così dovrà essere, perché i down, i disabili, non sono diversi da noi... anzi si, fra di noi e fra di loro c'è un cambiamento: noi simao tutti uguali, tutti grigi, pensiamo tutti a loro come dei mostri... mentre loro sono diversi... E' un arcobaleno di anime.
Ed è questo il bello della differenza.

Smile, accepts my world

Modificato da - smile98 in data 01/09/2008 13:57:22
Torna all'inizio della Pagina

ericuccia
piccolissimo scrittore


15 Messaggi

Inserito il - 15/09/2008 :  18:07:10  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
E' davvero una vergogna il mondo in cui viviamo...e non aggiungo altro.
Torna all'inizio della Pagina

adele
Gran Capo tra i piccoliscrittori


1350 Messaggi

Inserito il - 15/09/2008 :  19:54:51  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Dunque, innanzi tutto vorrei mettere dei picchetti.
DOWN e DISABILE sono due cose COMPLETAMENTE DIVERSE!
Down è chi ha problemi di sviluppo MENTALE,
Disabile è qualcuno che ha problemi di disfunzioni corporee.
Oooh... detto questo, trovo che sia mortalmente ingiusto prendersela con "qualcuno" in generale, specie con i down o disabili che siano.
Secondo poi... il mio personale giudizio su queste persone...
I disabili non mi fanno nè caldo nè freddo... nel senso che non sono la loro migliore amica ma nemmeno la loro carnefice... come tutte le altre persone del mondo che non conosco, aspetterò di conoscerle per giudicare.
I Down...
mi dispiace andare controcorrente e nel senso sbagliato ancora una volta... ma ve lo devo proprio dire...

...a me fanno una paura del diavolo...

Adele
Torna all'inizio della Pagina

saraskay
piccoloscrittore già più grande


316 Messaggi

Inserito il - 17/09/2008 :  18:26:07  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Perchè la gente ha paura di prendersela con quelli della sua taglia perchè rispondono e gli danno un pugno nell'occhio. I disabili patiscono, zitti e buoni. Da bravi angioletti...

Kiss Kiss Cagnolina Ringhiosa di nome Vaniglia
Torna all'inizio della Pagina

adele
Gran Capo tra i piccoliscrittori


1350 Messaggi

Inserito il - 21/09/2008 :  01:22:46  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
sinceramente avrei più paura ad affrontare un down che un ragazzo o ragazza che sia "normale".
Ve l'ho detto... i down mi terrorizzano...

Adele
Torna all'inizio della Pagina

saraskay
piccoloscrittore già più grande


316 Messaggi

Inserito il - 23/09/2008 :  21:46:37  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Glip! Ed io che ho paura delle falene...
Torna all'inizio della Pagina

bea2000
piccoloscrittore impegnato


104 Messaggi

Inserito il - 25/09/2008 :  17:59:52  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
poveretti i down ma purtroppo non tutti sono come noi.....
Torna all'inizio della Pagina

adele
Gran Capo tra i piccoliscrittori


1350 Messaggi

Inserito il - 25/09/2008 :  18:02:09  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Già... hai ragione...
il mio problema è che io LI RISPETTO VERAMENTE, anzi, LI AMMIRO... perchè spesso, come è stato più volte ripetuto, sono migliori delle persone cosiddette normali...
solo che io non ci posso fare niente... ho una specie di fobia quando li vedo...
Mi irrigidisco di paura e l'unica cosa che riesco a fare è andare a nascondermi sperando che non mi vedano...
Torna all'inizio della Pagina

saraskay
piccoloscrittore già più grande


316 Messaggi

Inserito il - 25/09/2008 :  20:38:21  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Tranquilla ragazza! Succede perchè nel tuo subconscio, quando eri una pargoletta, si vede che è successo qualcosa con un disabile... A me capita di aver paura delle falene, perchè una notte ( ero una piccolettaignara dei pericoli pericolosi della vita) rincorrevo una falena. Piano piano se ne aggiunsero altre e tutte battevano freneticamente le ali e io ho incimpato e tutte quelle falene che battevano le ali e i fari dell'auto e le falene e la macchina e le falene....
Torna all'inizio della Pagina

Georg Maag
Georg


1479 Messaggi

Inserito il - 26/09/2008 :  09:38:35  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sembra l'inizio di un libro di Stephen King: "Le falene assassine"

Georg
Torna all'inizio della Pagina

saraskay
piccoloscrittore già più grande


316 Messaggi

Inserito il - 27/09/2008 :  21:13:23  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Esiste o ti sei inventato un titolo così?_?

Ti-odio-floooooooooooood!
Torna all'inizio della Pagina

bea2000
piccoloscrittore impegnato


104 Messaggi

Inserito il - 27/09/2008 :  21:51:20  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ok ok fine libro di stephen king che sia così o no evitiamo la chat non parlavamo dei down? ops la stò facendo io la chat!vabbe io se fossi più grande ggli aiuterei i down poverini mi fanno così senso....e non capisco i cattivi che ne approfittano dei poveri diversamente abili per maltrattare se fossero loro down non saprei cosa farei io gli lascerei li a muffire quei cattivacci.!

ops forse mi sono lasciata andare ma io dico quello che penso
Torna all'inizio della Pagina

adele
Gran Capo tra i piccoliscrittori


1350 Messaggi

Inserito il - 28/09/2008 :  13:02:23  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ti fanno senso?

Che intendi?

A me personalmente come ho già detto fanno paura...

Adele

I-hate-floood!!

PS. Per sarasky... penso proprio che il titolo se lo sia inventato... almeno credo... cioè, potrebbe sembrare un libro di stephen king... (in effetti c'ha ragione... il caro stephen lo vedo molto a fare di delle povere innocenti falene le protagoniste di un thriller sanguinoso...)
Torna all'inizio della Pagina

Georg Maag
Georg


1479 Messaggi

Inserito il - 29/09/2008 :  12:54:12  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Infatti era una battuta.
"Fanno senso" credo voglia dire che chi è "diverso" da noi, un po' ci "fa senso", o "paura", perché non sappiamo comportarci come con chi è "normale".
In verità ho scritto questo libro (che nessuno dei frequentatori del sito legge, a quanto pare) proprio per parlare di questo aspetto, del "diverso" e del "senso".
Però basterebbe leggere il libro per capire cosa ho tentato di dire assieme a Valentina Oliva in 150 pagine. Inutile rimettere tutto qui...
Georg
Torna all'inizio della Pagina

adele
Gran Capo tra i piccoliscrittori


1350 Messaggi

Inserito il - 29/09/2008 :  13:28:15  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
io ho letto la prima storia prima di rispondere alla discussione.
Mi è sembrata bellissima (cioè, bruttissima ma scritta veramente bene, molto vera.).
Solo che non posso farci niente. Come chi ha paura dei ragni o degli spazi chiusi io ho paura dei down... non so perchè...

Torna all'inizio della Pagina

Saretta98
piccolissimo scrittore


22 Messaggi

Inserito il - 08/04/2009 :  22:56:36  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Cara EU96 io sono daccordissimo con il tuo prediside e per dimostrartelo ti scrivo delle frasi del mio libro:
FORSE SENZA LE QUATTRO RUOTE è PIù FACILE. è PIù FACILE DIVERTIRSI.
è PIù FACILE MUOVERSI.
è PIù FACILE.è ANCHE PIù FACILE CONQUISTARE RAGAZZI. MA IO CREDO CHE LE QUATTRO RUOTE SERVANO A CONOSCERE TUTTA QUANTALA VITA E SAPERLA AFFRONTARE E VINCERE.
AUTRICE:ALICE STURIALE.

Modificato da - Saretta98 in data 08/04/2009 23:06:08
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini. © 2003 Georg Maag Torna all'inizio della Pagina
Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03