il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini.
il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini.
Home | Profilo | Registrati | Discussioni Attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Forum dei bambini
 Piccoliscrittori: il nostro mondo
 vi piace il mc donal's??
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

miky96
piccolissimo scrittore


28 Messaggi

Inserito il - 15/08/2007 :  20:17:27  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
allora vi piace il mc donal's?Be confesso che a me piace molto e mangerei tutti i giorni questo tipo di cibo anche se purtroppo so che hamburger imbottiti di ketchup e maionese e patatine fritte non fanno molto bene alla nostra salute.Pensate che la maggior parte degli americani mangia quasi tutti i giorni questi tipi di cibi.

roby19
Capo tra i piccoliscrittori


932 Messaggi

Inserito il - 15/08/2007 :  23:52:19  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
A me piace taaaaaanto ....ma,PER FORTUNA,è già un miracolo se ci vado una volta ogni due mesi...ma quella volta che ci vado...MANGIO TUTTO!BigMac e CrispyBacon e non capite male:li mangio tutt'e due,mica uno solo uno !
Solo che poi non riesco più a muovermi perchè sto piena fino alla punta dei capelli
Roby19,the pensive girl
Torna all'inizio della Pagina

miky96
piccolissimo scrittore


28 Messaggi

Inserito il - 16/08/2007 :  12:29:02  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
io invece non ci vado nemmeno una volta al mese apparte quando cisono i compleanni dei miei amici.
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 16/08/2007 :  16:23:07  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ci vado metti una volta ogni due mesi anch'io... Però non mangerei assolutamente quella roba tutti i giorni, perché già dopo un panino mi sento pieno...
E comunque credo che l'ingrassamento della gente non sia dovuto al McDonald's, ma alla testa di chi mangia 'sta roba...
Torna all'inizio della Pagina

Georg Maag
Georg


1479 Messaggi

Inserito il - 17/08/2007 :  15:25:29  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
No no, Matt, fidati: è la qualità scadente degli ingredienti, il grasso in eccesso, la frittura con olii di pessima qualità...
Insomma, non c'è praticamente un ingrediente che è di qualità. Mi spiace, ma non sopporto questo tipo di fast-food in Italia, il Paese della cucina sana e strepitosa!
Fatevi fare una polpetta della nonna, e vedrete che differenza!

Georg
Torna all'inizio della Pagina

smile98
Capo tra i piccoliscrittori


756 Messaggi

Inserito il - 18/08/2007 :  12:09:13  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Si, Georg, penso però che, mangiando una polpetta della nonna ogni
giorno, dopo un po'vuoi assaggiare qualcosa di nuovo... e quindi vai al McDonald'S una volta ogni due mesi, che non fa niente se ci vai 6 oppure ancora meno volte all'anno!
Anche se ammetto che al McDonald'S non si mangia sano e quello che hai detto tu, a molti ragazzi Italiani piacciono i panini, e per quelli che non abusano di McDonald'S, non c'è niente di male... quindi, ogni tanto, si deve provare qualcosa di nuovo e sconosciuto, di un altro paese.
Buone le polpette della nonna, ma quelle le puoi mangiare tutti i giorno perché sono sane, invece i panini si mangiano una volta ogni 2 mesi, e quindi agli occhi dei più piccoli, eè qualcosa di nuovo e di misterioso.
Poi, dobbiamo ammetterlo, alcuni sono proprio buoni, e quindi... se ci piacciono così tanto, qualche volta (non 3 a settimana, ma al massimo 2 volte ogni due mesi MASSIMO) possiamo andare a prenderlo.
Per me non si può mangiare sempre le stesse cose, ma l'uomo ha bisogno di scoprire nuovi cibi, ma non abusarne, anche se spesso succede!
E come hai detto tu, C'E' la differenza tra una polpetta e uno di quei panini: le polpette sono buone, ma ai nostri occhi sono delle semplici e sane polpettine, invece i panini ci sembrano cose nuove e sconosciute quindi da assaporare. Ci sembrano più... attraenti, ci attirano di più!

Comunque i miei cibi preferiti del McDonald'S sono: McToast, l' Hamburgher, il McCicken e il quello con il BAcon che mi dimentico sempre il nome!!!
Ciao ciao... spero che nessuno abusi di McDonald's e che le mie opinioni siano in parte giuste!

Ciao
Smile, the fantastic and perfect girl!
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 18/08/2007 :  12:50:30  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
No no, Matt, fidati: è la qualità scadente degli ingredienti, il grasso in eccesso, la frittura con olii di pessima qualità...
Insomma, non c'è praticamente un ingrediente che è di qualità. Mi spiace, ma non sopporto questo tipo di fast-food in Italia, il Paese della cucina sana e strepitosa!
Fatevi fare una polpetta della nonna, e vedrete che differenza!


In parte comunque hai ragione: ci sono molte nazioni in cui addirittura trovano ossi di topo nella carne, quindi non credo sia tanto raccomandabile
Comunque appunto, come dice Smile, se uno ci va una volta ogni due mesi non credo faccia prendere tutti 'sti mali
Credo che per quanto riguarda il fatto del non cambiare l'olio o della loro qualità scadente la situazione non è tanto differente da quella che troviamo nei ristoranti italiani, soprattutto quelli più prestigiosi
E' certo che questa cucina particolare ci può attirare di più in confronto alla polpettina della nonna (che per carità, e 200.000 volte più sana e più buona).
Un'altra cosa: sappiamo esattamente che il McDonald's o meglio, la cucina americana in generale, faccia letteralmente schifo: ma io sinceramente preferisco mangiare raramente una cosa la quale so che mi fa male se esagero, piuttosto che credere di mangiare qualcosa di sano e scoprire, dopo tanto tempo, che in realtà fa schifo (vedi mozzarella di bufala, carne scaduta, etichette sostituite...).
Insomma, io voglio sapere quello che mangio.
Il McDonald's alla fine, usa anche l'inganno per fare i soldi: tutti gli Happy Meal per i bambini (se la Disney dal 2008 vuole interrompere il contratto con la McDonald's un motivo ci sarà...), però dopo testimonianze di ragazze, dopo Super Size Me, il McDonald's pare abbia voluto dire "Sapete che se qui da noi esagerate, state male. Punto. Fate come diavolo volete."
Insomma, morale della favola: Un consumo eccessivo di questi cibi fa male, l'importante è non prenderci l'abitudine.
Se proprio allora volete variare ogni tanto, assaggiate anche i kebab o altre diavolate che si sono inventati in giro per il mondo.
Ma solo una volta ogni tanto.
E se vi prende la "FastFoodMania", tornate per un po' ad uscire con gli amici/amiche, andare in bicicletta con loro, ritornare a mangiare regolarmente roba casalinga (POLPETTINE DELLA NONNA REGNANO SUL MONDO!) e... vedrete che piano piano vi passerà.


...


Stop.
Torna all'inizio della Pagina

chiara
piccoloscrittore già più grande


365 Messaggi

Inserito il - 27/08/2007 :  22:06:39  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
A me piacciono quei tipi di cibi, però ora non ci vado più, poi l' hamburger lo può fare la mamma, in modo che tu non ingurgiti hamburger fatti male, poi passando alle patatine fritte mamma te le fa bene perché se le fa in casa per due volte più non riutilizza l' olio nella frittura, oppure te li compra fatti in un posto in cui non viene riutilizzato l' olio!
Torna all'inizio della Pagina

smile98
Capo tra i piccoliscrittori


756 Messaggi

Inserito il - 28/08/2007 :  10:14:50  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Già, ma c'è a chi piace non solo l'hamburger, ma anche qualcosa che lo fanno solo al mcdonald's!
Torna all'inizio della Pagina

lovebook
piccolissimo scrittore


31 Messaggi

Inserito il - 06/10/2008 :  21:41:44  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Userò poche parole: IL- CIBO- PIù- SCHIFOSO- DEL- MONDO- SECONDO- ME.
Torna all'inizio della Pagina

Georg Maag
Georg


1479 Messaggi

Inserito il - 07/10/2008 :  09:08:17  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
A Torino c'è un McDonald's in piazza Castello (!), e si sente l'odore nauseante del grasso delle patatine fino a due isolati. Solo l'idea di mangiarle mi fa venire male.
Ero andato l'ultima volta più o meno 10 anni fa, perché mia figlia voleva andarci. Mi ricordo che non ero riuscito a finire le patatine (ed era la porzione piccola)...
Eppure adoro le patate in tutte le forme.
Georg
Torna all'inizio della Pagina

bea2000
piccoloscrittore impegnato


104 Messaggi

Inserito il - 07/10/2008 :  13:49:10  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
a me il mc donald da piccola mi piaceva adesso puah!io lo odio e anche solo quando lo vedo in tv mi viene da vomitare lo sapete che su un giornale c'era un hamburger dove c'èra catrame cose radioattive grasso di topo uno schifo e c'è un mio compagno di classe di milano che l'ha mangiato puah mi dispiace per lui io il mc donaldslo odio con tutte le mie forzeeeeeeeeeeeeeee
Torna all'inizio della Pagina

adele
Gran Capo tra i piccoliscrittori


1350 Messaggi

Inserito il - 07/10/2008 :  14:39:15  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Io ADORO le cose che fanno male.
Sul serio, non sto scherzando, credo di essere sulla buona strada per l'autolesionismo () perchè stare MALE mi fa stare BENE. Non so se capite che intendo.
Comunque, apparte le mie evidenti malattie mentali...
ho mangiato al Mc' di palermo proprio ieri sera... ho preso un panino che secondo me dentro c'era grasso di balena, quale grasso di topo...
Che dire, ragazzi, sai cosa mangi, cavoli tuoi se ti fa male o meno...
A me piacciono da impazzire le schifezze e in genere le cose che fanno male... le mangio una volta ogni tanto, per carità, mica la mattina faccio colazione col Big Mac... però...

Adele
Torna all'inizio della Pagina

Matt 75
Gran Capo tra i piccoliscrittori


2198 Messaggi

Inserito il - 08/10/2008 :  08:20:33  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Preferisco mangiare un cibo che so che può farmi male, piuttosto che mangiarne un altro credendo che sia sano per poi scoprire tutt'altro (vedi carni scadute a cui vengono cambiate l'etichetta, la mucca pazza ecc.ec.).
Sappiamo tutti che mangiare cibo del Mc Donald's molto spesso fa veramente male (guardatevi "Super Size Me" e capirete che intendo) ma pensateci, al Mc Donald's non credo che ci andiate tutti i giorni... Pensate invece alle schifezze che abbiamo ogni giorno sul nostro piatto credendo che sia roba sana.
Matt
Torna all'inizio della Pagina

adele
Gran Capo tra i piccoliscrittori


1350 Messaggi

Inserito il - 08/10/2008 :  14:33:04  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Esatto maritino mio, meno male che in casa nostra queste cose non succedono... scelgo solo il meglio per il mio amato consorte...

Adele
Torna all'inizio della Pagina

lovebook
piccolissimo scrittore


31 Messaggi

Inserito il - 09/10/2008 :  19:44:07  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Matt75 è il tuo fida?!
Torna all'inizio della Pagina

adele
Gran Capo tra i piccoliscrittori


1350 Messaggi

Inserito il - 10/10/2008 :  15:10:06  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
No è mio marito... che sono questi fidanzamenti... noi siamo sposati!! xD

ihihihih

No vabbè scherziamo... (ci siamo inventati sta cosa su Msn... tutto lì!)

Adele Curzi (xD)

Adele
Torna all'inizio della Pagina

Georg Maag
Georg


1479 Messaggi

Inserito il - 11/10/2008 :  10:54:18  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Non mi avete invitato a fare da testimone delle nozze!
Grrrrr
Georg
Torna all'inizio della Pagina

adele
Gran Capo tra i piccoliscrittori


1350 Messaggi

Inserito il - 11/10/2008 :  13:30:56  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ma come abbiamo potuto???? Amoruccio, anche tu potevi far4melo ricordare!! xD

Per rimediare vi portiamo a tutti a cena da McDonald's!! XD

Adele
Torna all'inizio della Pagina

Georg Maag
Georg


1479 Messaggi

Inserito il - 19/11/2008 :  17:27:41  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Vi riporto alla serietà della discussione con un articolo che ho letto su una rivista di filosofia on-line, "Diogenemagazine.com".
Ho letto questo passaggio, che mi è piaciuto molto:

La dieta dell’homo edens
Sin da bambini attraverso l’inculturazione impariamo il linguaggio del cibo, con il suo lessico, la sua sintassi e la sua retorica. Alla fine di questo processo, che può proseguire anche nell’età adulta, impariamo a distinguere ciò che è buono, gustoso e ciò che è disgustoso, a conoscere l’ordine delle vivande e le buone maniere di stare a tavola, per saper vivere in società. Sebbene attualmente vada di moda il finger food, ossia il cibo preso con le dita, nelle grandi occasioni posate di ogni forma e grandezza fanno bella mostra di sé, poiché l’uso delle posate, sebbene sia piuttosto recente rispetto alla storia dell’homo sapiens o forse proprio in virtù di questo fatto, serve a distinguere l’uomo dal regno animale: una differenziazione molto ambita dall’essere umano, che fa di tutto da sempre per non sembrare allo stato di natura, ma allo stato di cultura.
E questa dicotomia è una delle incongruenze dell’homo edens, che desidera tornare ad un “paradiso alimentare” che non esiste più (e che non è mai esistito, essendo la cucina, al pari degli altri tratti culturali, qualcosa che cambia nel tempo, come vedremo) e al contempo rifiuta l’appartenenza al regno animale, trincerandosi dietro le tecniche, le tecnologie e le alchimie dietetiche, come se potessero farci da scudo immortale alle malattie, e alla nera signora.

La patata? L’erba del diavolo: causa lebbra e sifilide
Così i funghi, molto amati dagli italiani, non sono genericamente apprezzati dagli inglesi; il latte di vacca è ritenuto ripugnante dai Lele dello Zaire; latte e formaggio erano fino a poco tempo fa scarsamente apprezzati in estremo Oriente; gli europei sono disgustati dalla carne di cane, così come dagli insetti, che altrove sono considerati una prelibatezza; gli inglesi hanno in orrore la carne di cavallo, e così via.
Ma fino ad un paio di secoli fa anche le patate, il granturco e i pomodori, di origine americana, erano guardati con sospetto, anzi, nelle regioni in cui il granturco si è diffuso, è divenuto prevalentemente foraggio per gli animali e/o cibo per i poveri, contadini o cittadini che siano. In nessun paese, nota F. Braudel, in fin dei conti il mais è entrato nelle cucine delle alte classi “che ebbero nei suoi confronti, evidentemente, la stessa reazione di quel viaggiatore del nostro secolo, in Montenegro, davanti a “quelle pesanti palle di mais che si vedono dappertutto […] la cui midolla, di un bel giallo dorato, attrae l’occhio ma ripugna allo stomaco” (Braudel 1982, p. 140).
Del resto la patata nel Settecento veniva ancora considerata una curiosità botanica, coltivata per lo più nei giardini della nobiltà come pianta ornamentale. Tra le testimonianze settecentesche contro la patata vi è la voce autorevole del naturalista Carl von Linné, che la chiamava “erba del diavolo”, mentre per molti medici era causa di lebbra e sifilide (Teti 1995, p. 25). Anche il giudizio dell’Encyclopedie di Denis Diderot sulla patata non era certamente positivo: “È una radice insipida e farinosa. Non può essere classificata tra gli alimenti vegetali gradevoli, ma a chi se ne accontenta fornisce un nutrimento abbondante e piuttosto sano. Si dice che la patata provochi flatulenze di corpo, ma che male può fare ai vigorosi organi dei contadini e dei lavoratori?” (Diderot in Crosby 1992, p. 150).
Ancor prima aveva suscitato interrogativi circa la sua bontà la melanzana, di origine indiana, portata dagli arabi in Occidente nel Medioevo, dal latino mala insana, a causa della cattiva fama procuratasi, a partire dal giudizio di alcuni medici e “dietisti islamici”: “Ibn Sina la collega a molte malattie, dalla lebbra al cancro fino alla cefalgia e alle emorroidi. Ibn Masawayh afferma che copre la bocca di pustole […] Genera malinconia secondo Ali ben Rabban al-Tabari” (Riera-Melis 2002, p. 15).
La sociologa Deborah Lupton così chiude la questione: “Se uno non sa che cosa sta mangiando, anche la sua soggettività è messa in dubbio. Incorporare il cibo non costituisce una sfida solo per la salute, ma lo è anche per il posto dell’individuo nella cultura” (Lupton 1999, p. 33).




L'articolo completo è qui: http://www.diogenemagazine.com/index.php?option=com_content&task=view&id=51&Itemid=31
Torna all'inizio della Pagina

adele
Gran Capo tra i piccoliscrittori


1350 Messaggi

Inserito il - 19/11/2008 :  18:08:00  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Come dire: dimmi cosa mangi e ti dirò dove puoi stare in società.
Ho afferrato il concetto?

Adele
Torna all'inizio della Pagina

Georg Maag
Georg


1479 Messaggi

Inserito il - 20/11/2008 :  07:57:51  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sì, all'incirca è quella l'idea. Ma non solo cosa mangi, ma anche come lo mangi!
Eppure, hanno ragione, più sembriamo acculturati e lontani dalla natura, più sembriamo colti.
Infatti è quello un problema con il quale è difficile convivere per noi esseri umani moderni.
Sottostiamo alle regole della natura: mangiare, amare, piangere, correre, e poi sopra stendiamo una reta fittissima di regole, di freni, di paure ecc, che alla fine non ci fanno amare e godere delle cose naturali.
Interessante vederla così, non credete?
Sicuramente dà materiale per una lunga discussione.
Georg
Torna all'inizio della Pagina

adele
Gran Capo tra i piccoliscrittori


1350 Messaggi

Inserito il - 20/11/2008 :  14:31:23  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
In effetti...
Non so perchè, ma è da un certo periodo che le cose troppo costruite mi danno fastidio... voglio la SEMPLICITà. E per semplicità non intendo minimalismo. Anche un esagerato disordine può essere semplice nella sua banalità.
Anche messa in tiro per una festa posso ancora essere semplice. No lo so, palesemente (ci pensavo mezz'oretta fa in ascensore) il vero LUSSO oggi è la SEMPLICITà! (non per niente case minimaliste e monocrome vanno sulle pagine delle riviste patinate... o sbaglio?)

Adele
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini. © 2003 Georg Maag Torna all'inizio della Pagina
Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03