il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini.
il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini.
Home | Profilo | Registrati | Discussioni Attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Forum dei bambini
 Piccoliscrittori: i nostri racconti
 I miei racconti
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

bea2000
piccoloscrittore impegnato


104 Messaggi

Inserito il - 24/11/2009 :  21:55:23  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ecco uno che ho appena fatto,devo finirlo,cioè voglio fare un vero libro
Sirena
Tempo di vacanze
Jade era una bella ragazza di 14 anni: capelli lunghi e castani,leggermente mossi,dolci occhi azzurri,carnagione leggermente color terra battuta e una dolce voce.
Aveva una vita normale e serena, molti amici,tante qualità e dei bei voti a scuola.
Un giorno lei e i suoi zii andarono al mare per festeggiare la nascita di Sophie,la piccola cuginetta di Jade, ma anche per il compleanno di Mary, la migliore amica di Jade.
Un viaggio misterioso
Jade e Mary si svegliarono molto presto quel giorno, alle 6 di mattina.
Dopo una lunga colazione,fecero l’ultimo controllo delle valigie: 20 t-shirt comode e carine, 10 paia di pantaloni,9 gonne,7 pantaloncini corti,2 vestiti lunghi,13 canottiere,6 slip,2 perizoma.
C’era tutto ,erano pronti per partire.
La mamma le accompagnò fino alla casa della nonna,e da lì partirono in macchina per un viaggio di 5 ore.
In esse Jade si mise a leggere il suo libro preferito: Il canto delle sirene,infatti Jade amava molto le sirene e desiderava di diventarlo.
Invece Mary passò tutto il tempo a sbuffare,rotolarsi,strillare.
Infine arrivarono all’aeroporto dove avrebbero dovuto viaggiare per 2 ore.
Fecero molta coda,e partirono.
Dopo un attimo dalla partenza le luci si spensero e tutti entrarono nel panico
“AIUTO AIUTOOOO!!!”si sentiva urlare,oppure “Salvatemi!Per favore!Pietà!”
Jade corse dai controllori e notò che stavano dormendo.
“Mah che razza di…..beh lasciamo perdere,devo pilotare io l’aereo o saremo tutti fritti!”
Fece un bel sospiro,si strofinò le mani e si mise a pilotare l’aereo con abilità.
Dopo molti tentativi l’aereo riprese quota e atterrò.
-Ok nonna,siamo arrivati,ora dove si va?
-Beh,ora dovremo fare un viaggio in treno,per le 18 arriveremo all’albergo
-18?!?! Ma sono le 10!8 ore?
-Sì
Jade strabuzzò gli occhi e Mary sbuffò per l’ennesima volta.
Si incamminarono tutti e 4,appena furono alla stazione salirono sul treno e guardarono dal finestrino.
Dopo un po’ di ore si erano già addormentati,quando Jade fu svegliata da un grido.
Una signora in fin di coscienza stava accasciata a terra
- Ommamma!Che è successo signora?
- I-io e-ecco non lo so….stavo lì e…e…sono stata imbavagliata,picchiata,derubata e narcotizzata…n..non ho visto i..il responsabile.
Disse la donna balbettando.
-ECCOLO!
Urlò Jade indicando un uomo col volto coperto.
Lei e i poliziotti si lanciarono all’inseguimento di quel tipo,dopo molti minuti lo acciuffarono.
Era un uomo,anzi no,un ragazzo biondo e bello,con una faccia innocente.
-Ecco..io…
-Niente chiacchiere,risparmia il fiato per il giudice,piccolo delinquente!
Disse in tono sgarbato il generale.
-Oh beh,direi che è stato un viaggio movimentato,quanto manca?
-allora…ora sono le 17.59…manca un minuto!
Disse la nonna ridendo.
Ma non c’era tempo di ridere,l’annunciatore avvisò i passeggeri di scendere, e tra tutta quella folla si rischiava di rimanere in treno.
Finalmente in albergo
I 4 scesero allegramente dal treno e si incamminarono verso l’albergo.
Quando entrarono furono colpiti: era un grande 5 stelle,arredato con mobili chic,statue pregiate e decorazioni costose.
All’entrata c’era una fontana con dei colori riflessi,2 servitori e un’elegante musichetta di sottofondo.
-Wow,certo che questo è un palazzo
Affermò incredula Mary.
Una gentile serva li guidò su un ascensore d’oro,con un tappeto rosso e delle vetrate di cristallo puro; Arrivati al piano giusto entrarono nella loro camera: era grandissima,un letto dorato con molte coperte di seta imporporata e un cuscino con dei puf gialli;Il bagno aveva una vasca d’argento,una doccia addobbata da mille ricchezze,un tappetino dorato ovunque,un water rosso e un lavandino di marmo.
Jade si fiondò sul letto e chiuse gli occhi
-Ehi,che ne dite di inaugurare la doccia?
Disse mezza addormentata.
Fu lei per prima a lavarsi,entrò nella doccia elegante che aveva dei saponi d’oro in omaggio,dopo una bella doccia si infilò il pigiama e si addormentò tra le coperte di seta.
Amori in spiaggia
Quando si svegliò una cameriera bussava alla porta per avvertire che la colazione era pronta.
Tutti erano già svegli,era lei,come al solito,la più dormigliona.
L’hotel offriva un ricco buffet per colazione,così tanta roba che non si può definire,diciamo che avrebbe sfamato un branco di leoni affamati.
Dopo le rispettive 2 ore dalla colazione andarono tutti a fare un bel bagno in spiaggia.
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
il sito della Scrittura Creativa e della filosofia per bambini. © 2003 Georg Maag Torna all'inizio della Pagina
Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03