loga_collana

Il piccolo porcellino

starnuto

 

Georg Maag
con illustrazioni di
Stefania Vincenzi

IL PICCOLO PORCELLINO

Edizioni Coccole e Caccole

ISBN 88-895-32-15-7

prezzo 10 euro

Una fresca, garbata fiaba "a testa in giù" da leggere, sfogliare, guardare.
Un lupo cattivo, tre porcellini e voilà, gli ingredienti principali di una storia nota, ma siete proprio sicuri che sia andata così come ve l'hanno raccontata?

E... se all'improvviso scopriste che la storia vera è un'altra? Lasciatevi cullare, allora, dalla narrazione limpida, semplice sapientemente impreziosita dalle pennellate di tenerezza delle illustrazioni, potreste farvi catturare dalla simpatia del piccolo, sbadato protagonista. Un porcellino, poco eroe, molto vero, quasi umano, forse, migliore degli uomini stessi, capace di incondizionata generosità verso il suo amico lupo.
La storia di un' amicizia fra due animali decisamente diversi fra loro.
Una fiaba in cui le differenze uniscono.

Il libro è stato presentato anche

a CUNEO

giovedì 16 novembre ore 14.30 in occasione della manifestazione "Scrittorincittà" presso lo Spazio Ragazzi del Centro Incontri della Provincia, sede principale dell'evento culturale. Sono stati invitati a partecipare sia le classi, sia i bambini di Cuneo, Torino e non solo. Georg Maag ha presentato "Il Piccolo Porcellino" e "Il giardino".

Leggi i commenti

Partecipa al forum

 

"Il piccolo porcellino" è una favola "a testa in giù", dai 5 - 6 anni in su. E’ l’età delle domande – anche sui testi canonici come la nota fiaba dei "tre porcellini" – e la riscrittura di Maag, noto autore di letteratura infantile, diventa stimolo e divertimento di uno sguardo che interpreta la storia da una prospettiva odierna. Scomparso ormai dai nostri boschi, il lupo ritorna come spelacchiato amico dei bambini, sollecitando fantasia e curiosità. E i genitori? Ebbene, l'idea di far partire una collana con l'editore "Coccole & Caccole" nasce proprio da questo ragionamento: invitare i piccoli a discutere (oppure: a dialogare con) dei libri con i genitori e le maestre. Stupirli per affascinarli alla lettura, perché si rendano conto che in letteratura non tutto è come se l'aspettano.

Prof.ssa Anna Chiarloni

In questa fiaba “a testa in giù” un vecchio lupo, stanco e bisognoso, chiede aiuto ad un simpatico e generoso porcellino disposto a dargli una zampetta.
È l’inizio insolito e un po’ buffo di una grande storia, di una profonda amicizia nata per caso e raccontata con tanta dolcezza.
La spontaneità di un gesto disinteressato e la curiosità ingenua di chi si apre e offre agli altri senza nulla temere soffiano come una folata di vento fresco dall’inizio alla fine della storia.
La delicatezza delle parole, l’allegria e le immagini tenere e piene di vita formano un tutt’uno.
Dopo aver letto “Il piccolo porcellino” non si può più dimenticare che “solo chi possiede un grande cuore non ha mai paura”.

V. Oliva, filosofa

 

 

Ascolta l'intervista